Artista realista

Pierre-Auguste Renoir

Pin
Send
Share
Send
Send




Famoso per le sue scene sensuali e affascinanti di belle donne, Pierre-Auguste Renoir (1841-1919Era un pittore molto più complesso e premuroso di quanto si pensasse. Era un membro fondatore del movimento impressionista, tuttavia smise di esibire con il gruppo dopo il 1877. Dagli anni '80 e fino al XX secolo, ha sviluppato un monumentale, classicamente stile ispirato che ha influenzato giganti di avanguardia come Pablo Picasso.



Renoir ha iniziato la sua carriera artistica come pittrice di porcellane; tuttavia, le sue ambizioni di diventare un artista professionista lo spinsero a cercare altre istruzioni. Cominciò a copiare dipinti al Louvre nel 1860 e alla fine entrò nello studio dell'artista accademico Charles Gleyre, dove incontrò Claude Monet, Frédéric Bazille e Alfred Sisley. quattro amici iniziarono presto a dipingere nella foresta di Fontainebleau, anche se Renoir rimase sempre dedicato alla pittura figurativa e ai ritratti. I primi nudi femminili furono pesantemente influenzati dalla tavolozza terrosa e dai tipi di figure realistiche del pittore realista Gustave Courbet. Nell'estate del 1869, Renoir dipinse per due mesi accanto a Monet a La Grenouillère, una struttura di canottaggio e balneazione fuori Parigi. La loro tecnica simile a uno schizzo di ampie pennellate sciolte e la loro tavolozza illuminata tentarono di catturare gli effetti del sole che scorreva attraverso gli alberi sull'acqua increspata. Questa campagna di pittura catalizzò lo sviluppo dell'estetica impressionista.

Dopo che molti dei suoi dipinti furono respinti dal Salon nei primi anni del 1870, Renoir decise di unirsi a Monet per fondare una società di artisti indipendenti. Gli impressionisti, come venivano chiamati, cercarono di catturare la vita moderna e le opere di Renoir di questo periodo incentrate sulla gente comune , strade e dintorni.Il dipinto più iconico di questo periodo, Danza al Moulin de la Galette (Museo d'Orsay, Parigi), esplora la luce screziata mentre fluttua sopra i giovani festaioli di Montmartre flirtando, bevendo e ballando. La propensione per la ritrattistica di Renir ha attirato l'attenzione di una vasta gamma di mecenati con sensibilità d'avanguardia. Dal pasticciere politicamente radicale Eugène Murer alla ricca signora della società Madame Georges Charpentier, Renoir ha dipinto tutti i suoi mecenati con affetto. Uno dei ritratti più splendidi e ambiziosi che Renoir abbia mai realizzato, la pittura di Marguerite Charpentier con i suoi figli fonde un moderno l'informalità e l'intimità con il rigore compositivo di un vecchio ritratto. Il dipinto mostra anche il gusto avanzato dei Charpentiers per le arti giapponesi. La ritrattistica sostenne finanziariamente Renoir, specialmente dopo che la pittura Charpentier fu esposta al Salon del 1879 con grande successo. Renoir, infatti, incontrò uno dei suoi migliori mecenati, il banchiere Paul Bérard, a casa di Mme Charpentier. Divennero molto vicini: Renoir dipinse tutti i suoi figli e visitò regolarmente la casa di campagna dei Bérards a Wargemont, dove esplorò altri generi come come paesaggi marini e nature morte lussureggianti.

Con la sua ritrovata libertà finanziaria, Renoir iniziò ad esplorare altre direzioni artistiche. I suoi dubbi sulla spontaneità e impermanenza dell'estetica impressionista lo portarono a rifiutarsi di partecipare alla quarta mostra impressionista nel 1878. Invece, Renoir decise di guardare indietro ai vecchi maestri per un'arte di struttura, artigianato e permanenza. Il suo primo dipinto in questo filone, il pranzo della festa in barca (Collezione Phillips, Washington, DC, 1637), mostra una nuova solidità e chiarezza nella raffigurazione delle figure e nella loro collocazione nello spazio, specialmente se paragonato al Moulin de la Galette. Renoir partì per l'Italia nel 1881 per continuare la sua autoeducazione nel "grandiosità e semplicità degli antichi pittori"Tornò innamorato di Raffaello e di Pompei e le sue figure di conseguenza divennero più nitidamente disegnate e scultoree nel carattere.Il Nudo disteso è un eccellente esempio del suo stile pittorico nella metà del 1880. La figura in marmo o porcellana è nettamente definita contro un impressionisticamente spazzolato Il rapporto spaziale tra il nudo e lo sfondo amorfo è volutamente poco chiaro. Mentre la vista posteriore del nudo cita le odalische freddamente lineari di Ingres, la folta vegetazione e la vista costiera richiamano i paesaggi di Renoir dipinti nell'isola della Manica di Guernsey, che ha visitato nel 1883. Questa serie di nudi scultorei in un paesaggio vago è culminata nei Grandi Bagnanti di Renoir ora al Philadelphia Museum of Art.
Verso la fine del 1880 e l'inizio del 1890, Renoir aveva spostato le sue ricerche sui vecchi maestri dal classicismo lineare alle tradizioni coloristiche di Tiziano e Rubens, nonché la bellezza spudoratamente sensuale dell'arte francese del XVIII secolo. Young Girl Bathing mostra questo tocco morbido. L'ampiezza della figura, il modo in cui i suoi capelli si fondono nel paesaggio lussureggiante, il suo sguardo schivo lontano dallo spettatore, e le carezze careggiate alludono simultaneamente ai nudi di Rubens e Fragonard. La serie più importante di Renato decennio venne da un invito del governo francese a realizzare un dipinto per il Musée du Luxembourg, un nuovo museo dedicato all'opera di artisti viventi. René realizzò cinque versioni di Two Young Girls al Piano per il Ministro delle Belle Arti tra cui scegliere ; la versione della collezione Robert Lehman del Metropolitan è una delle più raffinate. Il soggetto delle ragazze al pianoforte ricorda scene di genere francese del XVIII secolo, in particolare quelle di Fragonard. Renoir aveva già dipinto l'argomento diverse volte, in particolare in una importante commissione di ritratti.
All'inizio del XX secolo, nonostante la vecchiaia e il declino della salute, Renoir persisteva nella sperimentazione artistica. Ha iniziato la scultura, assumendo un giovane assistente e collaboratore, Richard Guino, per creare modelli dopo i suoi disegni. Ha continuato a dipingere ritratti e la sua Tilla Durieux è probabilmente la più bella dei suoi ultimi ritratti. La composizione piramidale, il costume sontuoso e i tessuti che incorniciano la modella derivano dai ritratti di Tiziano, che attestano la continua ammirazione di Renoir per l'arte del Rinascimento. Le tonalità calde e rosse e il senso di monumentalità espansiva, tuttavia, sono le caratteristiche del suo stile. Durante questo periodo, Renoir viveva principalmente nel sud della Francia, vicino alla costa mediterranea. Il suo deterioramento fisico fu l'impulso per questo cambiamento del clima, ma Renoir fu anche attratto da un ideale arcadico del classicismo mediterraneo nella sua arte. Questa preoccupazione artistica non è più evidente nei suoi bagnanti del ventesimo secolo. I nudi rubeneschi che aveva dipinto raggiungevano un livello di esagerazione senza precedenti nel ventesimo secolo, culminati con i massicci Bagnanti al Musée d'Orsay. Mary Cassatt descrisse tristemente queste immagini come di "donne rosse enormemente grasse con teste molto piccoleTuttavia, la loro visione esagerata della pienezza edenica è stata ammirata da Picasso, Henri Matisse e Aristide Maillol.Renoir è stato celebrato all'inizio del XX secolo come uno dei più grandi pittori francesi moderni, non solo per il suo lavoro di impressionista ma anche per l'estetica intransigente dei suoi ultimi lavori. | © Cindy Kang, Metropolitan Museum of Art
















Renoir, Pierre-Auguste - Pittore (Limoges 1841 - Cagnes-sur-Mer 1919). Stabilitosi a Parigi con la famiglia (1844), dopo gli studi presso l'école de dessin et d'arts décoratifs e una parallela esperienza artigiana come decoratore, frequentò (1862-64) i corsi di M.-C.-G. Gleyre all'École des Beaux-Arts.In quegli stessi anni visitò spesso il Louvre, eseguendo copie da Rubens e da maestri francesi del sec. 18 °, e strinse amicizia con C. Monet, A. Sisley e J.-F. Bazille con i quali comincia un dipingere all'aperto condividendo la ricerca di un più diretto approccio alla natura.Nel 1864 fu ammesso per la prima volta al Salon (Esmeralda che danza, 1864, poi da lui stesso distrutta) e ottenne commissioni per alcuni ritratti (Romain Lancaux, Cleveland, Museo d'arte); intensificò le sue ricerche en plein air dipingendo nei dintorni di Parigi e nella foresta di Fontainebleau (Lise con l'ombrellino, 1867, Essen, Folkwang Museum; I coniugi Sisley, 1868, Colonia, Wallraf-Richartz Museum) .Se alcune opere interessanti ancora influenze courbettiane (La locanda di Mère Antony, 1866, Stoccolma, Nationalmuseum) o di Delacroix (Donna d'Algeri, 1870, San Francisco, I musei delle belle arti), dal 1869 prevalgono in Renoir l'interesse per lo studio della luce e della resa atmosferica; egli, infatti, predilesse dipingere paesaggi raggiungendo risultati di vibrante luminosità, in particolare, nelle opere eseguite una Croissy e ad Argenteuil, uno stretto contatto con C. Monet (D'estate, 1869, Berlino, Nationalgalerie; Pont-Neuf, 1872, Washington, National Gallery; La Senna ad Argenteuil, 1874, Portland, Oregon Art Museum) .Nel 1874, alla prima mostra degli impressionisti Renoir espose, con altre tele, Il palco (1874, Londra, Courtauld Institute); quest'opera, costruita attraverso la configurazione dei rapporti cromatici, definì l'inizio di una ricerca che, si avvicina allo spazio soloDonna con ombrellino e bambino, 1874, Boston, Museo delle belle arti; Ballo al Moulin de la Galette, 1876, Parigi, Museo d'Orsay) .Nel 1879, Renoir disertò la quarta mostra degli impressionisti e presentò al Salon un'opera che tende a privilegiare il disegno e un'elaborazione più accurata, la grande tela Madame Charpentier con le figlie (1878, New York, Metropolitan Museum, che ottiene un grande successo di pubblico.Il nuovo orientamento (manière aigre), elaborato anche attraverso numerosi schizzi preparatori, si precisa dopo i viaggi in Algeria (1881) e in Italia (1881-82), stimolato in particolare dagli affreschi pompeiani e dalle opere di Raffaello: accanto a una libertà cromatica, che assunse più volte più luce, il disegno si fece più nitido e più incisivo il trattamento della forma, filtrato anche attraverso l'esempio di Ingres , mentre una struttura più grandiosa e volumetrica caratterizza i ricorrenti nudi femminili (La colazione dei canottieri, 1881, Washington, The Phillips Collection; Gli ombrelli, 1881-85, Londra, National Gallery; Bagnante seduta, 1883, Cambridge, Mass., Fogg art museum; Pomeriggio delle bambine a Wargemont, 1884, Berlino, National Galerie) .Dalla fine degli anni Ottanta, le sue opere sono segnate da maggiore libertà espressiva, arricchita, dopo un viaggio in Spagna nel 1892, di profonde suggestioni tratte da Goya e da Velázquez: Nel prato, 1890, Boston, Museo delle belle arti; Fanciulle al piano, 1892, Parigi, Musée d'Orsay. A Cagnes, dal 1905, seppur affetto da una tomba forma di reumatismo che finì per paralizzargli le dita, Renoir continuò a dipingere (Vigneti a Cagnes, 1908, New York, Il museo di Brooklyn; Tilla Durieux, 1914, New York, Metropolitan Museum; Bagnanti, 1918-19, Parigi, Museo d'Orsay) .Dopo il 1907, si dedicò anche alla scultura realizzando, con l'aiuto di un giovane apprendista, grandiosi modudi con ampiezza di piani (Venere vincitrice, 1914, Londra, National Gallery). | © Treccani







Per altri lavori di Renoir vedi:

Guarda il video: Renoir: vita e opere in 10 punti (Settembre 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send