Artista realista

Emilia Wilk, 1983


Pittore polacco🎨 Emilia Wilk è nata nella contea di Wałcz, in Polonia.
Si è specializzata in pittura ad olio, ha iniziato a dipingere all'età di 6 anni. Il lavoro di Wilk può essere descritto come un realismo impressionista. La figura femminile è sempre stata al centro del suo lavoro che cerca di catturare con una grande atmosfera e luce. Istruzione: Accademia di belle arti a Danzica.
"Per molti anni il centro del mio interesse è l'arte. Anche come una bambina di 6 anni dipingo su tela di mio padre. Ricordo che il mio primo dipinto era una copia di un uomo. Ho pensato allora, che la pittura è facile. Ora so che ho sbagliato. Il mio lavoro molte volte mi ha portato a piangere.



La mia vera avventura con la pittura è iniziata quando ho ricevuto l'album Ilya Repin🎨. L'ho studiato dalla A alla Z. In quel momento ho visto la vera anima nei suoi occhi.
Quindi volevo davvero dipingere.Da allora i miei gusti sono cambiati, ma le immagini di Ilya Repina🎨 saranno sempre molto importanti per me. Nel mio lavoro il più importante è quello che penso rende la foto interessante per me.Amo questo malcontento e il pensiero di non dipingere mai non può essere battuto.La pittura ha sempre battuto il creatore. Sul loro sito web gli autori informano sempre le scuole, le mostre, ecc.Quindi lo faccio e basta Ho sempre evitato il problema del proprio lavoro. Un po 'scoraggiato dall'avere la loro prima mostra collettiva a Varsavia, foto dell'anno 2001.
ioOltre all'emissione di lavori alla fine del semestre in Belle Arti a Danzica, non esposti da nessuna parte. Ma ora ho deciso di cambiarlo".
















































La pittrice Polacca🎨 Emilia Wilk è nata nella contea di Wałcz, in Polonia. Si è specializzato in pittura ad olio, ha iniziato un dipingere all'età di 6 anni.
Il lavoro della Wilk può essere rilevato come un realismo impressionistico.
La figura femminile è sempre al centro del suo lavoro e lei cerca di catturarla con una grande atmosfera e luce.
Istruzione: Accademia di Belle Arti a Danzica.
La Wilk racconta:
Per molti anni il centro del mio interesse è stato l'arte.Fin da bambina, un 6 anni dipingevo le tele di mio padre. Mi ricordo il mio primo quadro era la copia di un uomo.Ho pensato allora, che la pittura fosse facile. Ora così che mi sbagliavo. Il lavoro molte volte mi ha portato fino alle lacrime.La mia vera avventura con la pittura è iniziata quando sono arrivata all'album Ilya Repin🎨.Ho vissuto dalla A alla Z. È stato allora che ho visto la vera anima nei suoi occhi.Così ho davvero voluto dipingere. I miei gusti sono cambiati, ma le immagini di Ilya Repin saranno sempre molto importanti per me.Nel mio lavoro la cosa fondamentale è quello che penso che renda l'immagine interessante per me.Ma in realtà io sono molto arrabbiata con me stessa. Amo questo malcontento e il pensiero di non dipingere più è insostenibile.Sul loro sito gli autori informano sempre le scuole, mostre, ecc. Quindi così ho fatto anch'io.Ma sono rimasta un po 'delusa di avere la mia prima mostra collettiva a Varsavia, nell'anno 2001. Oltre al lavoro dei titoli di Belle Arti di Danzica, non ho più esibito. Ma ora ho deciso di cambiare idea.

Guarda il video: Emilia Wilk, 1983 Figurative painter (Dicembre 2019).

Загрузка...