Movimento artistico post-impressionismo

Fernando Fader | Pittore post-impressionista

Pin
Send
Share
Send
Send



Fernando Fader (11 aprile 1882 - 25 febbraio 1935Fu un pittore argentino di origine post-impressionista francese.Fernando Fader nacque a Bordeaux, in Francia, nel 1882. Suo padre, di discendenza prussiana, trasferì la famiglia in Argentina nel 1884, stabilendosi nella città occidentale di Mendoza prima di ritornare in Francia pochi anni dopo. Laureatosi alla scuola secondaria, Fader tornò a Mendoza nel 1898, dove per la prima volta esercitò la sua abilità di artista dipingendo paesaggi urbani. Fader si trasferì a Monaco nel 1900, dove si iscrisse a una scuola professionale locale. Questa formazione gli ha permesso di iscriversi alla prestigiosa Accademia di Belle Arti di Monaco, dove è stato mentore di Heinrich von Zügel, prominente nella Naturalist Barbizon School in Europa.











Tornò brevemente a Buenos Aires, dove la sua opera fu esposta per la prima volta al Salon Costa nel 1906. I suoi paesaggi lo resero rapidamente un pittore post-impressionista in un periodo in cui i critici locali erano ancora parzialmente impressionati dall'impressionismo, e ciò spinse Fader a unirsi ad altri artisti allo stesso modo in disaccordo con il pubblico conservatore argentino, come Cesáreo Bernaldo de Quirós, lo scultore Rogelio Yrurtia e Martín Malharro (il cui precedente lavoro impressionista aveva - ironicamente - stabilito il genere localmente nel 1902Il loro gruppo Nexus ha faticato fino al 1910, quando l'atelier di Malharro è diventato il più influente in Argentina poco prima del suo improvviso passaggio. Fader si stabilì a Buenos Aires nel 1914, dove ottenne il primo premio al Fourth National Art Bienale. Ha visitato le gallerie d'arte in Spagna e Germania e ha ottenuto una medaglia d'oro alla Pacific International Exposition di San Francisco, nel 1915. Un esordio di tubercolosi, tuttavia, lo ha costretto a trasferirsi nei climi più aridi delle colline argentine delle Ande. Si ferma a Córdoba rifocalizzò il suo lavoro lungo linee più impressioniste, utilizzando un maggior uso dei contrasti della luce solare. Il suo nuovo ambiente gli ha dato anche un'ampia ispirazione bucolica, e in questo periodo ha creato molte delle sue opere più famose, molte delle quali raffiguravano romanticamente la vita di campagna. Questo periodo produttivo fu interrotto da un improvviso peggioramento delle difficoltà respiratorie di Fader intorno al 1921, che a quel punto era diventato asma cronico e precludeva il lavoro all'aperto. Ciò portò Fader a rivolgersi a nature morte, nudi e autoritratti, dando luogo a un terzo, distinto periodo nel prolifico lavoro dell'artista. Nonostante fosse costretto alla reclusione da una cattiva salute, Fader non perse mai il seguito che aveva acquisito durante il suo periodo di massimo splendore. 1915, e la National Academy of Fine Arts organizzò una retrospettiva delle sue opere nel 1924. La comunità di gallerie d'arte di Buenos Aires organizzò una retrospettiva del 1932 di 119 opere in onore del cinquantesimo compleanno di Fader, quando ormai era troppo malato per partecipare. Fernando Fader è morto nel Dipartimento di Ischilín, Córdoba, all'età di 52 anni, nel 1935. La sua ex casa nel villaggio rurale di Loza Corral è mantenuta come museo.
























Guarda il video: Goya: vita e opere in 10 punti (Agosto 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send