Artista vietnamita

Vu Cao Dam | Pittore figurativo moderno


Vũ Cao Đàm (1908-2000) era un pittore vietnamita. Fu uno degli ex alunni dell'école des Beaux-Arts de l'Indochine di Victor Tardieu ad Hanoi negli anni '30, insieme a Mai Trung Thứ, Lê Phổ e al pittore Lê Thị Lựu per emigrare in Francia e fare carriera a Parigi.
  • Infanzia
Vũ Cao Đàm è nato l'8 gennaio 1908 ad Hanoi, in Vietnam. Membro di una grande famiglia cattolica, l'artista era il quinto di quattordici figli. Suo padre, Vu Ding Thi, era un artista intellettuale e di talento che eccelleva nella calligrafia cinese in tenera età. I suoi ampi studi di lingua francese, così come un viaggio a Parigi nel 1889, lasciarono Vu Dinh Thi con una passione di lunga data per la cultura francese. Questo affetto passò ai suoi figli, e Vũ Cao Đàm sviluppò la sua profonda ammirazione per l'arte francese. Nel corso della sua carriera, Vũ Cao Đàm ha continuamente esaminato il lavoro degli artisti francesi come fonte di ispirazione.






  • Formazione scolastica
Nel 1926, la diciottenne Vu Cao Dam entrò all'École des Beaux-Arts d'Indochine come studentessa di scultura. Attraverso gli insegnamenti di Victor Tardieu, è stato introdotto a dipinti ad olio occidentali e stili di scultura. Tuttavia, gli studenti sono stati anche incoraggiati ad essere pittori, scultori e architetti vietnamiti, imparando tecniche tradizionali come la pittura su seta. Come uno dei due studenti in un dipartimento di scultura nuovo di zecca, Vu Cao Dam eccelleva nel modellare i busti. Nel corso del programma quinquennale, l'artista emergente ha creato numerosi pezzi di bronzo tra cui: Tete de Jeune Fille, 1927; Young Peasant Girl, 1927; un busto di suo padre, Vu Dinh Thi, 1927; Gallo, 1927; Busto di Victor Tardieu, 1928; e Testa di un uomo con un cappello mandarino, 1930. Il busto in bronzo di Victor Tardieu fu successivamente donato all'Ecole des Beaux Arts d'Indochine dalla famiglia Tardieu. Dopo essersi diplomato alla scuola di belle arti nel 193l, Cao Dam ricevette una borsa di studio che lo ha mandato in Francia per continuare i suoi studi. Questo viaggio in Francia sarebbe stato un punto di svolta significativo nella sua vita, poiché Vu Cao Dam non sarebbe mai più tornata nella sua terra natale del Vietnam.
Cao Dam si stabilì presso la Cité Universitaire di Parigi, e fu presto invitato a partecipare alla Exposition Coloniale Internationale del 1981 presso il padiglione Angkor Wat dal suo art director, il suo vecchio mentore Victor Tardieu.
Si iscrive poi nella sezione dell'Estremo Oriente all'Ecole du Louvre. Tra le mura del grande museo, altre gallerie sparse per Parigi, Vu Cao Dam ha potuto vedere e studiare i grandi capolavori europei. Ha fatto grandi scoperte nelle opere di Renoir, Van Gogh, Bonnard e Matisse, così come le creazioni scultoree di Rodin, Despiau e Giacometti. Come giovane artista nei suoi anni formativi, l'arte di Parigi è stata una fantastica fonte di apprendimento e ispirazione. Elementi impressionisti e post-impressionisti troverebbero sempre la loro strada nelle future creazioni di Vu Cao Dam.
  • Gli anni della guerra
Quando scoppiò War World II, Vu Cao Dam fu costretto a interrompere il suo lavoro nella fusione in bronzo, poiché tutto il metallo era rivendicato dall'esercito tedesco che occupava la Francia. Di conseguenza, l'artista ha concentrato la sua attenzione su altri mezzi e ha prodotto alcuni dei suoi dipinti più belli durante il periodo bellico. Nel 1946 l'artista stava diventando sempre più noto e apprezzato nei circoli artistici parigini. Quello stesso anno, Ho Chi Minh, presidente della neo-repubblica democratica del Vietnam, arrivò a Parigi. Vu Cao Dam ha incontrato il leader vietnamita e ha modellato un busto dopo di lui.
  • Gli anni '50
Per motivi di salute, Vu Cao Dam prese la decisione di lasciare Parigi nel 1949 e di trasferirsi nel sud della Francia. Spostando la sua famiglia nella villa Les Heures Claires, l'artista si sistemò proprio in fondo alla strada dalla Cappella di Matisse e solo a un miglio di distanza da dove viveva Marc Chagall a Les Collines.
Cao Dam non è stato influenzato solo da Chagall e dagli altri membri dell'Ecole de Paris, ma anche dagli artisti di Art Brut, tra cui Dubuffet e Malaval. Anche la luce e l'atmosfera della Francia meridionale hanno avuto un'influenza notevole sui dipinti di Cao Dam di questo periodo. Nel 1954, ha presentato i suoi dipinti alla galleria Les Amis des Arts di Aix en Provence. Paul Hervieu, commerciante e proprietario di una galleria a Nizza, ha stretto un'amicizia con il talentuoso artista vietnamita e ha iniziato a esporre i suoi dipinti regolarmente a Nizza e all'estero, specialmente in Svezia.
In questo periodo Vu Cao Dam ha incontrato il famoso sarto Michele Sapone. Riempito il suo negozio in Rue de Chateauneuf a Nizza con oltre 450 dipinti e disegni di artisti diversi, l'immigrato italiano si è scambiato abiti su misura per queste opere d'arte. Nel 1960, Cao Dam espose i suoi quadri a Londra alla Frost & Reed Gallery, e tre anni in seguito il suo lavoro è stato presentato a Bruxelles. L'artista ha quindi firmato un contratto in esclusiva con Wally Findlay Galleries negli Stati Uniti.
  • La sua arte
Vu Cao Dam ha bilanciato le qualità della pittura tradizionale vietnamita e alcune caratteristiche della pittura occidentale. Con l'eccezione di alcuni paesaggi, Vu Cao Dam ha concentrato i suoi talenti per disegnare la pittura. Le donne e le ragazze del suo paese natale, insieme al suo folklore e alle sue poesie, erano le sue materie preferite. Queste donne sono spesso gli unici elementi oscuri all'interno di una composizione di colori chiari e toni delicati. | © Wikipedia

















































Guarda il video: Curious Beginnings. Critical Role. Campaign 2, Episode 1 (Febbraio 2020).

Загрузка...