Artista realista

Henri-Edmond Cross




Henri-Edmond Cross, nato Henri-Edmond-Joseph Delacroix, (20 maggio 1856 - 16 maggio 1910) era un pittore e incisore francese. È il più acclamato maestro del neoimpressionismo e ha svolto un ruolo importante nel dare forma alla seconda fase di quel movimento. Era molto influente per Henri Matisse e molti altri artisti, e il suo lavoro è stato un'influenza strumentale nello sviluppo del Fauvismo.






Henri-Edmond-Joseph Delacroix è nato a Douai, un comune nel dipartimento Nord della Francia settentrionale, il 20 maggio 1856. Non aveva fratelli sopravvissuti. I suoi genitori, con una storia familiare di ferramenta, erano l'avventuriero francese Alcide Delacroix e l'inglese Fanny Woollett.
Nel 1865 la famiglia si trasferì vicino a Lille, una città del nord della Francia vicino al confine con il Belgio. Il cugino di Alcide, il dott. Auguste Soins, riconobbe il talento artistico di Henri e fu di grande sostegno alle sue inclinazioni artistiche, finanche finanziando le prime istruzioni di disegno del ragazzo sotto il pittore Carolus-Duran l'anno seguente. Henri è stato il protetto di Duran per un anno. I suoi studi continuarono per poco tempo a Parigi nel 1875 con François Bonvin prima di tornare a Lille. Studiò all'École des Beaux-Arts e nel 1878 si iscrisse agli Écoles Académiques de Dessin et d'Architecture, studiando per tre anni nello studio di Alphonse Colas. La sua educazione artistica continuò, con il collega artista Douai Émile Dupont-Zipcy, dopo essersi trasferita a Parigi nel 1881.
I primi lavori di Cross, i ritratti e le nature morte erano nei colori scuri del Realismo. Per distinguersi dal famoso pittore romantico Eugène Delacroix, cambiò il suo nome nel 1881, accorciando e anglicizzando il suo nome di nascita in "Henri Cross"- la parola francese croix significa croce.
Il 1881 fu anche l'anno della sua prima mostra al Salon des Artistes Français. Dipinse molti paesaggi in un viaggio del 1883 nelle Alpi Marittime, accompagnato dalla sua famiglia. Il dott. Soins, che era anche lungo il viaggio, fu il soggetto di un dipinto che Cross esibì alla Nice Exposition Universelle nel corso dell'anno. Durante il viaggio in Mediterraneo, Cross incontrò Paul Signac, che divenne amico intimo e influenza artistica.
Nel 1884, Cross cofondò la Société des Artistes Indépendants, che consisteva di artisti scontenti delle pratiche del Salon ufficiale e presentava mostre non ferite senza premi. Lì si incontrò e divenne amico di molti artisti coinvolti nel movimento neoimpressionista, tra cui Georges Seurat, Albert Dubois-Pillet e Charles Angrand. Nonostante la sua associazione con i neoimpressionisti, Cross non ha adottato il loro stile per molti anni. Il suo lavoro ha continuato a manifestare influenze come Jules Bastien-Lepage e Édouard Manet, così come gli impressionisti. Il cambiamento dal suo primo, cupo lavoro realista fu graduale. La sua tavolozza di colori si alleggerisce e lavora con l'aria di En Plein, dipinge con i colori più accesi dell'Impressionismo. Nell'ultima parte del 1880, dipinse paesaggi puri che mostravano l'influenza di Claude Monet e Camille Pissarro. Verso il 1886, tentando ancora una volta di differenziarsi da un altro artista francese - questa volta, Henri Cros - cambiò nuovamente il suo nome, adottando finalmente "Henri-Edmond Cross".
Nel 1891, Cross iniziò a dipingere in stile neoimpressionista e esibì il suo primo grande pezzo con questa tecnica in uno spettacolo degli Indépendants. Quel dipinto era un ritratto divisionista di Madame Hector France, nata Irma Clare, che Cross aveva incontrato nel 1888 e che si sarebbe sposata nel 1893.
Robert Rosenblum ha scritto che "l'immagine è dolcemente carica di un bagliore granulare e atmosferico".
Cross era svernato nel sud della Francia dal 1883 in poi, fino a quando, soffrendo di reumatismi, si trasferì definitivamente a tempo pieno nel 1891. Le sue opere erano ancora esposte a Parigi. La sua prima residenza nel sud della Francia era a Cabasson, vicino a Le Lavandou, poi si stabilì a breve distanza, nel piccolo villaggio di Saint-Clair, dove trascorse il resto della sua vita, lasciando solo i viaggi italiani nel 1903 e nel 1908, e per la sua esposizione annuale di Indépendants a Parigi. Nel 1892, l'amico di Cross, Paul Signac, si trasferì nella vicina Saint-Tropez. Cross e Signac ospitavano spesso raduni nel giardino di Cross, frequentati da luminari come Matisse, André Derain e Albert Marquet.
L'affinità di Cross con il movimento neoimpressionista si estese oltre lo stile pittorico, includendo le loro filosofie politiche. Come Signac, Pissarro e altri neoimpressionisti, Cross credeva nei principi anarchici, con la speranza di una società utopica. Nel 1896, Cross creò una litografia, L'Errant (Il viandante). Questo ha segnato la prima volta che ha lavorato con un editore, e il pezzo è stato descritto in modo anonimo in Les Temps Nouveaux, il giornale anarchico di Jean Grave. I sentimenti anarchici di Cross influenzarono la sua scelta dei soggetti. Dipinse scene che illustrano un mondo utopico che potrebbe esistere attraverso l'anarchismo.
Il processo di creazione di dipinti divisionisti con numerosi piccoli punti di colore era noioso e richiedeva molto tempo. Quando Cross voleva raffigurare impressioni rapide, creava immagini ad acquerello o a matita colorata nei suoi quaderni di schizzi.
Ha scritto di una gita francese rustica:
"Oh! Quello che ho visto in una frazione di secondo mentre guidavo la mia bici stasera! Dovevo solo annotare queste cose fugaci ... una rapida notazione in acquerello e a matita: una sfumatura informale di colori, toni e sfumature contrastanti, tutte piene di informazioni per realizzare un acquerello incantevole il giorno successivo nel tranquillo tempo libero dello studio".
I dipinti di Cross della prima metà del 1890 sono tipicamente puntinisti, con piccoli punti di colore strettamente posizionati regolarmente. A partire dal 1895, ha gradualmente spostato la sua tecnica, usando invece pennellate larghe e a blocchi e lasciando piccole aree di tela nuda esposta tra i tratti. Le superfici risultanti dei dipinti assomigliavano ai mosaici e le opere possono essere viste come precursori del fauvismo e del cubismo.
Mentre nel puntinismo, le minuscole macchie di vernice erano destinate a fondere armoniosamente i colori, il "Neo-impressionismo di seconda generazione"la strategia era di mantenere separati i colori, risultando in"vivaci effetti visivi luccicanti attraverso il contrasto".
Cross ha dichiarato che i neoimpressionisti erano "molto più interessato a creare armonie di colore puro, piuttosto che ad armonizzare i colori di un particolare paesaggio o di una scena naturale".
Henri Matisse e altri artisti furono molto influenzati dalla Croce di fine carriera, e tali opere furono determinanti nel formare i principi del Fauvismo. Tra gli altri artisti influenzati da Cross c'erano André Derain, Henri Manguin, Charles Camoin, Albert Marquet, Jean Puy e Louis Valtat.
La Galerie Druet di Parigi ha montato la prima mostra personale di Cross, nel 1905, con trenta dipinti e trenta acquerelli. Lo spettacolo ha avuto molto successo, ricevendo il plauso della critica e la maggior parte delle opere sono state vendute.
Il poeta simbolista belga Emile Verhaeren, un accanito sostenitore del neoimpressionismo nel suo paese, ha fornito la prefazione per il catalogo della mostra, scrivendo:
"Questi paesaggi ... non sono semplicemente pagine di pura bellezza, ma motivi che incarnano un senso lirico di emozione. Le loro ricche armonie soddisfano l'occhio del pittore e la loro sontuosa e lussureggiante visione è la gioia di un poeta. Eppure questa abbondanza non fa mai mancare nulla. Tutto è leggero e affascinante ... "
La croce iniziò a sperimentare problemi con i suoi occhi nei primi anni del 1880, e questi diventarono più gravi nel 1900. Inoltre soffriva sempre più di artrite. Almeno in parte a causa di questi problemi di salute che lo hanno tormentato per anni, il corpo di lavoro di Cross è relativamente piccolo. Tuttavia, negli ultimi anni è stato produttivo e molto creativo, e il suo lavoro è stato caratterizzato in importanti mostre personali; ha ricevuto grandi consensi dalla critica e ha avuto successo commerciale.
Nel 1909, Cross fu trattato in un ospedale di Parigi per cancro. Nel gennaio del 1910 tornò a Saint-Clair, dove morì di cancro a soli quattro giorni dal suo 54 ° compleanno, il 16 maggio 1910. La sua tomba, nel cimitero Le Lavandou, presenta un medaglione di bronzo che il suo amico Théo van Rysselberghe aveva progettato. Nel luglio del 1911, la città della nascita di Cross, Douai, allestì una mostra retrospettiva delle sue opere.
Oltre alle mostre menzionate sopra, Cross ha partecipato a molte altre. Octave Maus lo ha invitato a esporre le sue opere in alcune delle mostre annuali di Les XX. Cross partecipò allo spettacolo Libre Esthétique del 1895 su invito di Maus, e anche in quelli del 1897, 1901, 1904, 1908 e 1909. Nel 1898 partecipò con Paul Signac, Maximilien Luce e Théo van Rysselberghe alla prima mostra neoimpressionista in Germania, organizzato da Harry Kessler alla Keller und Reiner Gallery (Berlino). Nel 1907, Félix Fénéon ha assemblato una retrospettiva della Croce a Parigi alla Galerie Bernheim-Jeune, con Maurice Denis che ha contribuito alla prefazione del catalogo. Altri luoghi con mostre Cross hanno incluso L'Art Nouveau di Samuel Bing a Parigi, Galerie Durand-Ruel (Parigi), Cassirer Gallery (Amburgo, Berlino), Toison d'or exhibition (Mosca), L'Aquarelle et pastello di Bernheim-Jeune e vari altri, comprese gallerie a Parigi, Dresda, Weimar e Monaco.























































































































Henri-Edmond Cross, il cui vero nome era Henri Edmond Joseph Delacroix, (Douai, 20 maggio 1856 - Le Lavandou, 16 maggio 1910), è stato un pittore Francese Puntinista.
Henri-Edmond Delacroix, conosciuto come Cross, nacque al n ° 15 di Rue Jean Bellegambe a Douai.
Agli inizi fu un pittore naturalista. In seguito, progressivamente, si avvicinò a Georges Seurat e Paul Signac, anche se il suo Puntinismo fu più intuitivo. Le sue opere ispirarono Matisse e i Fauves.
Dal 1900 si stabilì in Provenza, sulla costa, e fu amico del pittore Belga Théo van Rysselberghe, altro Puntinista, che si era trasferito anche lui a Saint-Clair, sobborgo di Le Lavandou, nel Var.
Entrambi morirono nel piccolo villaggio provenzale ed altri sepolti nel cimitero di Lavandou.

Guarda il video: Henri Edmond Cross: A collection of 170 works HD (Ottobre 2019).

Загрузка...