Symbolism Art Movement

Walter Girotto, 1953 | Pittore simbolico / figurativo


Walter Girotto è nato in una piccola città del nord Italia chiamata Rovigo e il 4 maggio quando la sua famiglia si è trasferita a Torino (Italia) per cercare fortuna. Le uniche cose che gli piace ricordare della sua città di origine sono i rami del salice piangente nel piccolo giardino, due soldatini di piombo e l'immagine di una balena, disegnata all'asilo quando aveva 4 anni, sotto lo sguardo incredulo di una suora che non sapeva che il suo sguardo ammirato era decidere la sua vita di pittore.
Nel 1985, Girotto partecipò alla sua prima Art-Expo a New York e, dopo questo esordio di buon auspicio in cui vendette tutto nei primi venti minuti dell'apertura della mostra, trascorse il resto dello spettacolo scusandosi per non avere altri opere disponibili.
Gratuito da quel lusinghiero debutto, Girotto partecipò con altrettanta fortuna alle prossime due New York Art-Expos fino a quando, nel 1987, l'incontro con il concessionario Robert Bane portò alla mostra alla Tamara Bane Gallery di Los Angeles nel 1988 e alla quale, considerando il suo successo, quelli del 1989 e del 1990 furono il seguito naturale. Ha affrontato l'opinione pubblica in una moltitudine di mostre personali, godendo di un'approvazione diffusa e sincera che spesso lo ha reso, come dice lui stesso:
... orgoglioso e sicuro di aver dato, almeno agli spiriti affini, il piacere di vedere ciò che la mia anima gioiva di immaginare trasformato in forme e colori."Non so che cosa ci porta a diventare un artista o un diplomatico, un soldato o uno scienziato, ma so che la natura ci dà tutte le stesse possibilità all'inizio.
Sono convinto che la ricchezza e la povertà non rappresentino ostacoli se noi possediamo sempre la nostra anima ovunque noi siamo; e ovunque siamo, possiamo trovare un modo per esprimere la creatività quando urgentemente desidera emergere. È una questione di atteggiamento interiore che va oltre le debolezze della vanità o le perversioni dell'orgoglio. Ho visto artisti dotati che vivono in estrema povertà e nel lusso estremo e quindi ritengo di avere ragione nell'assumere che il nostro destino risieda semplicemente nella natura; segue sentieri nascosti, che siano ostili o gratificanti, che non possiamo conoscere in anticipo. Ne avevo un indizio all'ombra del mio salice d'infanzia. Ho ricevuto timorose conferme nella solitudine costretta da me dal mio giovane introverso. Non passò molto tempo prima che arrivasse la certezza.

















Walter Girotto nasce a Rovigo. Frequenta il liceo artistico. Nel 1975 frequenta l'Accademia delle Belle Arti. Studia i filosi classici, mitologia e teologia.Le sue prime esposizioni risalgono al 1976, con buon apprezzamento da parte del pubblico.Nel 1978 inizia una fruttuosa collaborazione con il celebre Centro di Renoir di Taranto. Sarà una New York nel 1985 per la sua prima esposizione, racconto è il successo che le sue opere sono tutte vendute nell'arco di venti minuti.Incoraggiato da questo successo l'artista parteciperà l'anno successivo ad una seconda esposizione sempre a New York . Inizia con una lunga sessione con Robert e Tamara Bane che si concretizza con la prima di una lunga serie di spettacoli alla galleria Tamara Bane di Los Angeles nel 1988. Nel 1995 espone una Nagoya in Giappone.

Guarda il video: Walter Girotto Figurative painter (Dicembre 2019).

Загрузка...