Symbolism Art Movement

Schubert am Klavier di Klimt, bruciato dai nazisti nel 1945

Pin
Send
Share
Send
Send





Le decorazioni di Gustav Klimt per Palais Dumba -Università di Vienna- erano i suoi dipinti più controversi e radicali. Queste immagini di sogni cosmici sono state attaccate per il loro erotismo e ateismo nella sua vita - oggi potrebbero assicurarsi la sua reputazione di grande modernista. Ma insieme ad altri dipinti, tra cui Schubert al piano (sopra), si dice che siano stati bruciati dalle SS nel 1945.
Nel 1898, l'industriale greco Nikolaus Dumba commissionò a Hans Makart (1840-84) - un pittore allora alla moda - Franz Matsch e Gustav Klimt per decorare tre stanze nel suo appartamento di lusso con dipinti e anche mobili. Ciò comportava considerazioni molto diverse rispetto a qualsiasi cosa Klimt avesse già affrontato. Doveva produrre due dipinti per andare nel rivestimento sopra le porte per un cliente privato, su scala nazionale.
A Klimt è stata data la stanza della musica. Un acquerello sopravvive, mostrando come ha immaginato i dipinti in relazione alla decorazione del resto della stanza. Mentre una delle tele, Music II, è un lavoro allegorico che richiama i primi dipinti, l'altro, Schubert al Piano, è altamente innovativo.
Presumibilmente Dumba ha richiesto che Schubert fosse il soggetto dell'immagine; era certamente popolare all'epoca e anche lui era il compositore preferito di Klimt.
Ciò che colpisce particolarmente del ritratto di Klimt del musicista è il modo in cui Klimt ha completamente abbandonato l'idea di un'accurata rappresentazione storica, raffigurante gli spettatori in abiti contemporanei. L'illuminazione sottile emessa dalla candela tende a dissolvere gli elementi nella foto. Non è possibile determinare lo spazio in cui sono mostrate le figure e solo il profilo di Schubert si distingue nitidamente. La donna a sinistra è Marie Zimmermann, una delle amanti di Klimt, che ha dato alla luce due figli dall'artista.
Il dipinto arriva a noi da una riproduzione.
Insieme ad altri dipinti "Schubert al pianoforte", si dice che è stato bruciato nella seconda guerra mondiale in autunno, nel 1945.
Le decorazioni di Klimt per la sala della musica presso il Palais Dumba a Vienna -l'Università di Vienna- erano i suoi dipinti più controversi e radicali. Queste tele cosmiche da sogno sono state attaccate all'epoca per il loro erotismo e l'ateismo, mentre oggi, rafforzano la sua reputazione di grande modernista.
Nel 1898, l'industriale greco Nikolaus Dumba commissionò Hans Makart (1840-1884) - un pittore allora di moda, Franz Matsch e Gustav Klimt un decorare tre stanze del lusso con dipinti e anche mobili.
A Klimt vélenné affidata la sala della musica. Gli acquerelli sopravvisuti appaiono come prevedeva i dipinti in relazione con le decorazioni del resto della stanza. Mentre una delle tele, Musica II, è un'opera allegorica, rifacendosi ai dipinti precedenti, l'altra, Schubert al pianoforte, è altamente innovativo.
Presumibilmente Dumba ha chiesto che Schubert sia il soggetto del quadro; è stato sicuramente popolare al tempo ed era anche il suo compositore preferito di Klimt.
Ciò che colpisce è il ritratto di un musicista che ha abbandonato l'idea di una rappresentazione storica accurata, raffiguranti gli spettatori in abiti contemporanei.
L'illuminazione sottile sprigionata dalla candela tende a dissolvere gli elementi nell'immagine. La donna a sinistra è Marie Zimmermann, una delle amanti di Klimt, che ha dato alla luce due figli dall'artista.

Guarda il video: Jessye Norman; "An die Natur"; Franz Schubert (Settembre 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send