Artista realista

Auguste Rodin


Le opere di Auguste Rodin hanno creato una nuova era nella scultura. Conosciuto come Auguste Rodin🎨, François-Auguste-René Rodin, è stato uno scultore francese romantico e realistico. Sebbene Rodin sia generalmente considerato il progenitore della scultura moderna, non si è proposto di ribellarsi al passato. È stato educato tradizionalmente, ha adottato un approccio artigianale per il suo lavoro e ha desiderato il riconoscimento accademico, sebbene non sia mai stato accettato a Parigi scuola d'arte.
Scultoreo, Rodin possedeva una capacità unica di modellare una superficie complessa, turbolenta, profondamente intascata in argilla. Molte delle sue sculture più importanti sono state criticate duramente durante la sua vita. Si scontrarono con la tradizione predominante della scultura di figure, in cui le opere erano decorative, formule o altamente tematiche.


L'opera più originale di Rodin partì dai temi tradizionali della mitologia e dell'allegoria, modellò il corpo umano con il realismo e celebrò il carattere individuale e la fisicità. Rodin era sensibile alle polemiche che circondavano il suo lavoro, ma rifiutò di cambiare il suo stile. I lavori conclusivi portarono un crescente favore dal governo e dalla comunità artistica. Dal realismo inaspettato della sua prima grande figura, ispirata al suo viaggio in Italia nel 1875, ai memoriali non convenzionali di cui cercò in seguito le commissioni, la reputazione di Rodin crebbe, tanto che divenne il più importante scultore francese del suo tempo.
Nel 1900, era un artista di fama mondiale. I ricchi clienti privati ​​cercarono il lavoro di Rodin dopo la sua esposizione alla Fiera Mondiale, e mantenne compagnia con una varietà di intellettuali e artisti di alto profilo. Ha sposato la sua compagna per tutta la vita, Rose Beuret, nell'ultimo anno di entrambe le loro vite. Le sue sculture hanno subito un calo di popolarità dopo la sua morte nel 1917, ma nel giro di pochi decenni, la sua eredità si è consolidata. Rodin rimane uno dei pochi scultori conosciuti al di fuori della comunità delle arti visive.



































Rodin <rodẽ '>, Auguste - Scultore (Parigi 1840 - Meudon 1917). Artista di grande talento e di robuste capacità espressive, tentò di fondere l'istituzione monumentale michelangiolesca con l'intenso, vibrante realismo memore della tradizione gotica francese e delle soluzioni di J.-B. Carpeaux.Ai numerosi busti e ritratti di penetrazione psicologica, così come alle opere d'impegno monumentale, R. seppe imprimere l'idea del movimento, forzando i contrasti tra pieni e vuoti, con effetti di dinamismo e vitalità che fecero della sua opera un imprescindibile punto di riferimento per la generazione successiva.
  • Vita ed Opere
A Parigi frequentò i corsi di disegno della Petite École (1854-57) per poi avanti gli studi presso l'École de la manifacture des Gobelins (1857-59) e con A.-L. Barye presso il Museo d'histoire naturelle colomba, in quegli anni, lavorò saltuariamente.Ripetutamente respinto agli esami di ammissione all'École supérieure des beaux-arts, dopo una prima esperienza come ornatista, nel 1864 presentò, senza successo, al Salon parigino l 'Uomo dal naso rotto (1864, Parigi, Musée Rodin); nello stesso anno, entrò come sbozzatore nello studio di A.-E. Carrier-Belleuse con il quale è un lungo collaborato, prima a Parigi (1864-71) e poi a Bruxelles (1871-77) .Concluso un viaggio in Italia (1875-76), nel 1877 presenta al Salon di Parigi l'Età del Bronzo (Parigi, Musée Rodin), opera d'ispirazione classica ma di straordinario realismo che, creduta un calco dal vivo, suscitò vivaci polemiche; due anni più tardi, il S. Giovanni Battista (1879, Parigi, Musée Rodin), eseguito con grande libertà formale, in uno stile ancora più realistico e vibrante, un successo di critica e di pubblico, nel 1880 bronzo per il Museo delle arti decorative. Per quest'opera, lungamente elaborata e mai compiuta, l'artista concepì, ispirandosi al soggetto dantesco, la Porta dell'Inferno e modellò, durante l'arco della sua vita, un gran numero di piccoli marmi e bronzetti che sono alla base delle sue più celebri sculture:
  • Il bacio,
  • Adamo,
  • Le tre ombre,
  • Eva,
  • Il dolore,
  • l pensatore,
  • L'addio,
  • Il sogno, ecc.
Autore di numerosi busti e ritratti (A.-E. Carrier-Belleuse, 1882; Benedetto XV, 1915) come di opere monumentali (I Borghesi di Calais, 1887-95, Calais; Victor Hugo, 1889-1909, Parigi; Honoré de Balzac, 1894-98, Parigi; Domingo Sarmiento, 1895-1900, Buenos Aires) R. seppe comunque infondere nelle sue opere l'idea del movimento.Vasta e intensamente espressiva la sua opera di disegnatore. Gran parte delle opere di R., in marmo e in bronzo, e gessi sono brani nelle sue residenze di Parigi (Hôtel Biron) e di Meudon (Villa dei Brillanti, dove è anche la sua tomba), dall'artista donare alla Francia e trasformarsi in musei; esemplari e repliche sono conservati anche nei principali musei europei, americani e giapponesi. | © Treccani




Guarda il video: Auguste Rodin: vita e opere in 10 punti (Dicembre 2019).

Загрузка...