Artista russo

Igor Bitman, 1953 | Pittore figurativo

Pin
Send
Share
Send
Send





Il pittore di origine russa Игорь Битман, vincitore del Prix Spécial du Jury van de Académie des Beaux-Arts e della Médaille d'Or del Salon des Artistes Français sorprende con una varietà di tecniche in una speciale collezione di dipinti.
Pochi artisti sono in grado di padroneggiare una così vasta gamma di tecniche pittoriche come fa Bitman. In tal modo, non solo raggiunge un alto livello artistico, ma trasmette anche le sue eccezionali capacità.



Oltre a lavorare con la pittura ad olio, usa anche un'antica tecnica chiamata encaustique in cui i pigmenti puri vengono sciolti in cera e applicati sul supporto con utensili riscaldati. I numerosi strati di cera condensata creano una superficie palpabile e allo stesso tempo donano ai colori una lucentezza di velluto unica.




Bitman traduce la bellezza universale dei suoi soggetti - nature morte e nudi - sulla tela con l'uso di fotografie. La fotografia è stata sin dalla sua invenzione molto controversa nel campo dell'arte. Tuttavia, ha avuto un'innegabile influenza sull'arte e sulla pittura.
Alcuni esempi sono le fotografie di Eadweard Muybridge, che ha catturato il movimento per l'occhio dell'artista, i photocollages Dada, i fotofragments di Robert Rauschenbergs e i dipinti "fuori fuoco" di Gerhard Richter.
Dopo oltre mezzo secolo Igor Bitman ha sviluppato con successo uno stile classico che esalta il talento unico della sua arte.








Igor Bitman è nato a Mosca, in Russia nel 1953. Ha studiato presso l'Università delle Belle Arti dell'Unione Sovietica. Durante un triennio, dal 1973 al 1976, ha collaborato con il movimento di pittori non conformisti. Nel 1981 lasciò il suo paese natale per trovare la sua nuova casa in Italia e successivamente a Parigi, dove attualmente vive dal 1986.
Nel 1999 ha incontrato Anso e nel 2001 è iniziata la collaborazione tra questi due artisti.
Dal 2003 il lavoro collaborativo tra i due artisti è diventato meno frequente, con l'ultimo risalente al 2007.












































Igor Bitman nasce a Mosca nel 1953. Studia all'Accademia di Belle Arti dell'Unione Sovietica e dal '73 -'76 partecipa al movimento dei pittori non conformisti. Nel 1981 lascia il suo paese per trasferirsi prima in Italia e poi a Parigi, dove risiede dal 1986. Il suo incontro con Anso avviene nel 1999.
Nel 2001, in occasione della mostra Europei erranti alla Galleria Forni di Bologna, viene esposta la prima tela "co-FIRMATA"(Passeggiata sul lungomare di Utopia)." Da allora numerose sono state le opere eseguite a due mani, esposte peraltro nel 2003 alla Galleria Forni di Bologna in occasione della mostra dal titolo "Igor Bitman e Anso".
Dal 2003 ad oggi le tele che riportano la doppia firma e sono diretto, gli ultimi dipinti eseguiti con Anso risalgono al 2007.

Guarda il video: memorie color Bitman di Franca Fiorellino (Luglio 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send