Artista realista

Evariste Carpentier ~ Pittore belga luminista

Pin
Send
Share
Send
Send





Évariste Carpentier, (1845 a Kuurne - 1922 a Liegi), è stato un pittore belga di scene di genere e paesaggi animati. Nel corso degli anni, la sua pittura si è evoluta dall'arte accademica all'impressionismo. È, insieme a Emile Claus, uno dei primi rappresentanti del Luminismo in Belgio.
Durante la sua vita, Carpentier ha ottenuto un grande successo. Nel corso della sua carriera, ha vinto numerosi premi e riconoscimenti a mostre internazionali, sia in Europa che negli Stati Uniti, ricevendo le medaglie d'oro ad Anversa, Monaco e Berlino per il sole estivo (1896), Parigi, Amsterdam, Barcellona e Nizza.



Il suo lavoro è stato praticamente dimenticato poco dopo la sua morte. Tuttavia, è stato riscoperto verso la fine del ventesimo secolo. L'importanza della sua opera è ora riconosciuta per il suo contributo come insegnante nell'Accademia di Liegi, dove ha insegnato un nuovo modo di dipingere, così come per tutto il suo lavoro come collegamento essenziale nello sviluppo della moderna pittura belga.
Evariste Carpentier era un allievo all'Accademia di Anversa. Ha vissuto a Parigi dal 1879-1886. Il talento e la personalità dell'artista non hanno mai smesso di svilupparsi. Dopo aver dipinto soggetti religiosi e un gran numero di scene della Vandea, ha cercato nella vita rustica e all'aria aperta quei soggetti scelti che possono essere affrontati solo da artisti che hanno il talento di affrontare la difficoltà di dipingere la figura umana in pieno sole, nel verde della campagna, e sotto il sempre bello e armonioso cielo fiammingo. Carpentier insegnò all'Accademia di Liegi e ne fu il direttore fino alla sua morte. Il suo "Mrs Roland a Sainte-Pélagie"è stato esposto al Salon di Parigi del 1886 e il suo"Farniente, Souvenir delle Fiandre"al Salon del 1887.



Évariste Carpentier è nato in una modesta famiglia di agricoltori a Kuurne. Divenne allievo presso l'Accademia di Belle Arti di Courtrai nel 1861, sotto la direzione di Henri De Pratere. Lì ottenne molte distinzioni.
Nel 1864 fu ammesso alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa dove ricevette lezioni da Nicaise de Keyser. Dimostrò di essere dotato in pittura dalla vita, e conseguì il premio di eccellenza nel 1865, che gli permise di ottenere uno studio privato nell'Accademia l'anno seguente.
Nel 1872, Carpentier si stabilì ad Anversa e acquisì il suo studio. È lì che ha dipinto molte opere commissionate, che non riflettono ancora la sua personalità artistica. Inizia la sua carriera affrontando temi religiosi, temi dell'Antichità e scene ispirate al Seicento olandese, ma è nel campo della pittura storica che è diventato famoso. Il dipinto Les premières nouvelles du désastre de la Grande Russie, esposto al Circolo artistico di Anversa nel 1872, è un esempio di questo successo.
In risposta ai gusti accademici del suo tempo, gli piaceva dipingere animali da fattoria e, più in generale, il fascino della vita rurale.



In questo periodo, Évariste Carpentier ha fatto amicizia con alcuni dei suoi compagni di classe dell'Accademia, tra cui figurano Emile Claus, Théodore Verstraete, Frans Hens e Jan Van Beers. Si sono incontrati spesso alle mostre organizzate dal Circolo Artistico di Anversa. Dal 1874 al 1877, Émile Claus occupava un angolo dello studio di Évariste Carpenter.
Nel 1876, un vecchio infortunio al ginocchio, causato in gioventù, sviluppò serie complicazioni e minacciò di richiedere l'amputazione. Il dolore gli impediva di lavorare. Ha lasciato Anversa per tornare nella sua città natale, dove sua sorella gli ha fornito cure e cure per i prossimi tre anni.
Su consiglio del suo medico, Carpentier lasciò Kuurne nel 1879 per il sud della Francia, per accelerare la sua guarigione. L'anno seguente, al suo ritorno, si fermò a Parigi, dove incontrò il suo amico Jan Van Beers. Fu persuaso a trasferirsi nella capitale francese, dove Van Beers avrebbe condiviso il suo studio con lui. Carpentier iniziò a produrre dipinti realistici della borghesia parigina.

Nel 1881, fu finalmente in grado di liberarsi definitivamente delle sue stampelle e si sistemò nel numero 71 del Boulevard de Clichy. Ha poi seguito la sua passione per la pittura storica. Le scene della Rivoluzione Francese, così come gli episodi della Guerra in Vandea, divennero le sue principali fonti di ispirazione. Avendo sempre avuto una predilezione per gli episodi drammatici, Carpentier ha perfezionato le sue capacità compositive nella ricerca di modi migliori per descrivere il carattere patetico di fatti storici minori, come quelli di Chouans en déroute (1883) e Madame Roland alla prigione Sainte-Pélagie, 1886. I suoi dipinti sono diventati molto apprezzati dal pubblico.
Questo successo costituì, tuttavia, un ostacolo dalla sua scoperta di "all'aria aperta"Pittura, a questo proposito, l'anno 1884 segnò una svolta nella sua carriera, Carpentier alla fine lasciò le convenzioni accademiche e trovò la sua vera voce artistica.Dopo aver scoperto le opere di Jules Bastien-Lepage, iniziò a dedicarsi a"all'aria aperta"Dipingere, rivolgendosi alla natura attraverso il movimento del Realismo, è rimasto per due stagioni principalmente a Saint-Pierre-lès-Nemours, vicino alla foresta di Fontainebleau, ma anche a Le Tréport ea Saint-Malo.


Anche se Évariste Carpentier abbandonò il suo studio a Parigi nel 1892, ritornò in Belgio nel 1886. Qui assistette alla crescente popolarità dell'impressionismo tra gli artisti di Bruxelles, come Les XX. Durante la sua lunga permanenza in Francia, era già stato esposto agli impressionisti, ma era stato influenzato in misura maggiore dal naturalismo di Jules Bastien-Lepage e Jules Breton. I suoi primi dipinti all'aperto, che erano stati prodotti con pennellate più scure e più spesse, lasciarono il posto a una tavolozza visibilmente più luminosa ea pennellate progressivamente più leggere.
Una volta stabilito in Belgio, ha continuato a viaggiare. Dal 1886-1896, ha viaggiato attraverso la campagna belga e francese, alla ricerca di nuovi paesaggi. Frequentava spesso le Campine a Genk con i suoi amici, i paesaggisti Franz Courtens e Joseph Coosemans. Ha anche visitato la Bretagna, una regione che ha avuto un'influenza particolarmente forte su di lui.
Nel 1888, Évariste Carpentier sposò Jeanne Smaelen a Verviers. Cinque bambini sono stati prodotti da questo matrimonio.

Nel 1890, la giovane coppia si trasferì nel Brabante belga, a Overijse, dove Carpentier dipinse 'Lavare le rape', un'importante opera che ha meritato all'artista una medaglia a Parigi, e che è stata acquisita dal MAMAC di Liegi.
Nel 1892, Carpentier si trasferì di nuovo, questa volta a La Hulpe. Durante questo periodo, l'artista è fiorito e ha cercato di trovare la verità della natura, secondo la sua visione impressionista, parallela a quella del suo amico Emile Claus. Si rivolse a toni delicati e tocchi atmosferici. Carpentier divenne uno dei propagatori più attivi del Luminismo.
Professore e direttore
Nel gennaio 1897, Carpentier fece domanda per la posizione di professore di pittura presso la Royal Academy of Fine Arts di Liegi, che era rimasta vacante dalla morte di Émile Delperée.
Mentre era serio nella sua candidatura, Carpentier aveva uno svantaggio: non era di Liegi. Questa era una fonte di contesa. Tuttavia, e nonostante il contraccolpo dei valloni, alla fine gli fu assegnata la posizione e si trasferì a Mont Saint-Martin Street a Liegi. Aveva 51 anni.
Nel 1904, Carpentier succedette a Prosper Drion come direttore dell'Accademia, carica che mantenne fino al 1910. Nonostante le controversie causate dalla sua promozione e che lo ferirono profondamente, svolse il suo compito con la stessa dedizione. Dal 1905 visse in via Hors-château, ancora a Liegi.

Diventando professore, Évariste Carpentier ha contribuito a rimodellare l'evoluzione della pittura di Liegi. Ha liberato la pittura locale dalle convenzioni accademiche, rendendo popolare l'estetica impressionista.
Ha insegnato a molti artisti, alcuni dei quali non hanno cercato di imitare il suo stile. Tra i più noti tra i suoi studenti, e che erano significativamente influenzati dal suo approccio, c'erano Armand Jamar, Albert Lemaître e José Wolff. Altri artisti di Liegi che hanno attraversato la sua classe sono stati Fernand Steven, Robert Crommelynck, Adrien Dupagne, Marcel Caron, Jean Donnay e Auguste Mambour. Inoltre, ha fornito indicazioni e consigli ai pittori che non frequentavano la sua classe, come Xavier Wurth. Anche il pittore delle Ardenne, Richard Heintz, ha tratto beneficio dall'incoraggiamento di Carpentier.
Dal 1906, Carpentier passò le sue vacanze estive a Vieuxville, in una casa chiamata L'abbazia di Stavelot.
Carpentier andò in pensione nel 1919 e morì a Liegi il 12 settembre 1922, dopo una lunga malattia.


























Évariste Carpentier [Kuurne, 2 dicembre 1845 - Liegi, 12 settembre 1922] è stato un pittore Belga. Dipinse scene storiche, di Genere e paesaggi. Passò dall'accademismo iniziale al naturalismo, per poi approdare al luminismo impressionista. Fu professore e poi Direttore dell'Accademia di Belle Arti di Liegi.
Divinità Carpentier in vita di un vasto successo. Nel corso della sua carriera ricevette numerosi riconoscimenti e premi nelle mostre internazionaliChicago, Filadelfia, ecc.), tra cui le medaglie d'oro ad Anversa, Monaco di Baviera, Berlino (per l'opera "Sole d'estate" del 1896), Parigi, Amsterdam, Barcellona e Nizza.
Dopo la morte Carpentier è completamente dimenticato e la sua opera è stata riscoperta tardivamente negli ultimi anni del XX secolo. Solo adesso ci si rende conto dell'importanza di questo artista, non solo perché professore all'Accademia di Liegi, da dove diede il via ad un nuovo modo di dipingere nella "Città ardente", ma per l'insieme delle opere, che l'anello è essenziale nel processo di fioritura e di sviluppo della pittura moderna in Belgio.
Nato in una famiglia di modesti agricoltori a Kuurne, un villaggio nei pressi di Courtrai, nelle Fiandre occidentali, Carpentier seguì dal 1861 dei corsi all'Accademia di Belle Arti di Courtrai. Nel 1864 fu ammesso all'Accademia Reale di Belle Arti di Anversa, colomba seguì gli insegnamenti di Nicaise de Keyser dal 1864-1868.
Allievo brillante, gli fu conferito il Premio di Eccellenza nel 1865, che gli permise di avere uno studio privato all'interno dell'Accademia stessa.
Nel 1872 Carpentier si stabilì ad Anversa e vi aprì il suo atelier personale. Produsse molte opere su commissione, che però non si rivelavano la sua personalità artistica. Iniziò con soggetti religiosi, temi collegati all'antichità e simili, e fu proprio consideratoIl disastro della Grande Russia"Il passato della vita e l'arte del passato, il fascino della vita campestre.
Durante questo periodo Carpentier fece amicizia con gli altri allievi dell'Accademia, fra i quali vi erano Émile Claus, Théodore Verstraete, Frans Hens, Jan Van Beers e con loro si ritrovava spesso alle mostre organizzate dal Circolo artistico. Proprio Émile Claus occupò, dal 1874-1877, un angolo dello studio di Carpentier.
Nel 1876 una vecchia ferita al ginocchio, che risalendo alla sua infanzia, genera una serie di complicazioni, al punto che i medici paventarono persino l'amputazione. Quando il dolore gli impedi di lavorare, Carpentier lasciò Anversa e tornò al suo paese natale, dove si affrontò amor curamente per tre anni.
Su consiglio del medico, Carpentiere lasciò Kuurne nel 1879 e si trasferì nel sud della Francia, al fine di accelerare la sua convalescenza. Un anno dopo, tornando nel nord, si fermò a Parigi, dove ritrovò il vecchio amico Jan Van Beers. Costui lo persuase uno stabilirsi nella capitale e una divisa con lui lo studio. Carpentier accettò e prese un dipingere con realismo l'ambiente ovattato della borghesia parigina.
Nel 1881 poté finalmente disfarsi delle stampelle e aprì un suo studio in Boulevard de Clichy, dove tornò a seguire la sua vecchia passione per la pittura storica. Le scene della Rivoluzione francese e gli episodi dell'insurrezione della Vandea sono le sue prime fonti di ispirazione. Avendo poi una predilezione per gli episodi drammatici, vi applicò tutta la sua affinata tecnica compositiva, cercando di rendere ancor più il carattere patetico degli episodi storici minori. Questa tendenza si può osservare in diverse opere come "Chouans in marcia" del 1883 o in "Madame Roland nella prigione di Sainte-Pélagie"del 1886. Tali tele gli procurati successo presso il pubblico e le ordinazioni si susseguirono.
Ma questo stesso successo costituì per Carpentier un impedimento alla sua scoperta della pittura "all'aria aperta"Il 1884 segnò una svolta veramente decisiva nella sua carriera.Il lavoro è liberato di ogni convenzione accademica e trovò finalmente la sua strada.plenarismoSaint-Pierre-lès-Nemours, presso la foresta di Fontainebleau, ma si fermò anche a Tréport e a Saint-Malo.
Al suo ritorno in patria nel 1886 (abbandonerà definitivamente il suo atelier parigino nel 1890) Carpentier assistette alla diffusione dell'Impressionismo attraverso diverse manifestazioni organizzate a Bruxelles dal Gruppo dei XX. Durante la sua permanenza permanente in Francia aveva già incontrato gli impressionisti, ma era stato contagiato dal naturalismo di Bastien-Lepage e di Jules Breton.
Dopo il suo debutto vieni pittore all'aria aperta, la sua tavolozza è nata più chiara e la sua pennellata, in un impasto spesso denso, divenne progressivamente più morbida.
Sistematosi in Belgio, Carpentier continuò comunque un viaggio. Dal 1886-1896 attraversò le campagne belghe e francesi, alla ricerca di sempre nuovi paesaggi. Con i suoi amici paesaggisti Franz Courtens e Joseph Coosemans, si recò di frequente nella regione di "Campine"nel sud del Belgio, ma anche in Bretagna, terra cui era considerata affezionato.
Nel 1888 Carpentier sposò Jeanne Smaelen. Le nozze erano celebri a Verviers e da questa unione nacquero cinque figli.
Nel 1890 la giovane coppia si stabilì nella provincia del Brabante Fiammingo, un Overijse, colomba Carpentier dipinse la sua celebre "Donna che lava le rape", acquistata dal Museo di Arte Moderna di Liegi.
Nel 1892 Carpentier traslocò ancora una volta, per sistemarsi a La Hulpe. Ed è proprio in questo periodo che il suo talento sbocciò, permettendogli di cercare la verità della natura secondo dei sintagmi impressionistici paralleli al suo amico Émile Claus. Carpentier si portò verso tonalità delicata e noiò una pennellata ariosa: questa volta è stata presa decisamente la strada della modernità, diventando uno dei più attivi fautori dell'impressionismo luministico.
Nel 1897 Carpentier fu classificato professore di pittura all'Accademia di Belle arti di Liegi, succedendo a Émile Deperée che era deceduto. Ed è dunque nello stesso anno, quando era cinquantunenne, che egli eò una stabilirsi nella "Città ardente"in Rue Mont Saint-Martin. Prendendo poi anche il posto di Prosper Dion, è assicurato le funzioni di Direttore dell'Accademia dal 1904-1910, pur continuando ad insegnare. Dal 1909 cambia poi ancora una volta casa e andò ad abitare in Rue Hors -chateau.
L'insediamento di Carpentier viene professore un Liegi produsse una decisiva e determinante inversione di marcia nella pittura urbana: lui liberò l'arte dal grigiore e dai convenzionalismi dello stile accademico, sostituendoli con i canoni dell'estetica impressionista. In ventun anni d'insegnamento gli allievi che gli hanno affiancarono numerosi, anche se non tutti seguirono la sua "manieraArmand Jamar, Albert Lemaître, José Wolff, altri artisti di Liegi passarono per la sua aula, come Fernand Steven, Robert Crommelynck, Adrien Dupagne, Marcel Caron, Jean Donnay e, non ultimo, Auguste Mambour.
Peraltro, Carpentier è prodigo di consigli anche con pittori che non frequentavano i suoi corsi, come ad esempio Xavier Würtz. Persino Richard Heintz, il pittore delle Ardenne, benefico dei suoi incoraggiamenti.
A partire dal 1906 Carpentier passò sempre le sue vacanze estive a Vieuxville, nella casa detta dell '"Abbé de Stavolt", e andò in pensione solo alla fine della Prima Guerra Mondiale. Morì a Liegi nel 1922, a 77 anni.

Guarda il video: Evariste Carpentier 1845-1922 Impressionnisme en Belgique Peintre belge Luminisme (Ottobre 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send