Artista russo

Ivan Shishkin / Иван Шишкин



Ivan Ivanovich Shishkin, (nato il 13 gennaio [gen. 25, New Style], 1832, Yelabuga, provincia di Vyatka, Russia - deceduta l'8 marzo [20 marzo], 1898, San Pietroburgo, Russia), uno dei pittori paesaggisti più famosi della Russia. I suoi dipinti di paesaggi boscosi hanno portato i suoi contemporanei a chiamarlo "zar dei boschi".


Shishkin era figlio di un mercante. Ha studiato arte con una precisione caratteristica, prima presso la Scuola di pittura, scultura e architettura a Mosca (1852-56) e poi all'Accademia delle arti di San Pietroburgo (1856-60). Nel 1860 ottenne la medaglia d'oro dell'Accademia e concesse uno stipendio per recarsi a Monaco di Baviera, a Praga e a Düsseldorf, in Germania, per aggiungere lustro alla sua educazione artistica. Era principalmente la scuola di Düsseldorf che favoriva la sua inclinazione verso la riproduzione esatta della natura e la severità lineare. I suoi disegni a inchiostro furono accolti con molto successo in Germania, e mentre era lì si familiarizzò con le tecniche di incisione e litografia, che all'epoca non avevano ancora preso piede in Russia.


Quando Shishkin ritornò a San Pietroburgo, fu coinvolto nello studio di Ivan Kramskoy e nel 1871 si unì al Peredvizhniki ("I vagabondi"), Dove le sue idee sulla pittura di paesaggio russa sono state accolte con entusiasmo. I suoi dipinti univano la fedeltà alla natura con uno stile epico individuale. Shishkin preferiva dipingere foreste di pini o querce nel loro stato originario durante le condizioni aride e soleggiate. Questi paesaggi primordialmente russi - visti in dipinti come Rye (1878), Lontano sulla pianura (1883), Foresta lontana (1884), e The Oaks (1887) - sono intrisi di associazioni folcloristiche. La rappresentazione naturalistica di ogni filo d'erba creava paradossalmente la sensazione della maestosa scala dell'insieme, poiché l'intero dipinto era concepito come un'apoteosi quantitativa di dettagli separati.

Il rifiuto dell'artista dello stile plein air, che era approssimativamente impressionistico, corrispondeva alla sua fede nella costanza della natura russa e nel suo ordine monumentale costante. L'assenza di una prospettiva ariosa nei suoi paesaggi (gli alberi diventano più piccoli man mano che si allontanano dallo spettatore, secondo le regole della prospettiva lineare, ma non perdono la definizione dei loro contorni) ha anche contribuito a creare l'immagine di una fermezza russa epica. Alla fine del 1880 Shishkin cadde sotto l'influenza di nuove correnti artistiche e tentò di impregnare il suo lavoro con "atmosfera” (Mattina in una foresta di pini, 1889), ma anche l'aria in tali quadri dà un'impressione di solidità.





Shishkin's "ritratto"Di natura russa espansiva e ricca, non soggetta al tempo e non dipendente dalle emozioni umane, divenne associata con la fermezza e il potere del carattere nazionale russo e con connotazioni patriottiche della storia nazionale. Essere in questo senso un'incarnazione del "Spirito russo"I dipinti di Shishkin sono entrati nella vita di tutti i giorni in Russia, diventando la decorazione di carte e involucri di caramelle e illustrazioni. / Andrei D. Sarabianov - Encyclopædia Britannica, Inc.









































Il famoso pittore russo Ivan Ivanovich Shishkin [1832-1898], figlio di agiati mercanti, nacque nell'anno 1832 a Elabuga. Quando Ivan compi '12 anni, il suo babbo lo condusse a' affinche 'Kazan' frequent frequea la locale scuola ginnasiale. Ma Ivan non termino 'gli studi ginnasiali e si dedico' con profitto all'apprendimento della pittura. Dal 1852-1856 Ivan Shishkin studio 'presso la scuola di pittura di Mosca. Grazie, nell'anno 1856, poco dopo aver terminato di frequentare tale scuola, Shishkin sostenne gli esami presso l'Accademia d'Arte e qui continuo 'i suoi studi. Nel 1860 termino 'l'Accademia meritandosi una medaglia d'oro e acquisendo la possibilita' nonche 'il diritto di proseguire i propri studi all'estero.
Un anno dopo Shishkin si reco 'in Europa e trascorse l'inverno a Monaco di Baviera. Qui prese lezioni di pittura da parte di famosi pittori tedeschi. Viaggiando molto attraverso l'Europa, Shishkin dipinse numerosi quadri traendo in genere ispirazione dalla natura. Nel 1865, Ivan Shishkin fu promosso accademico.
Appena rientrato nella sua adorata patria, la Russia, sii ancor piu 'alacremente al lavoro, partecipo' a molte esposizioni e, con il tempo trascorso, divento 'sempre piu' famoso come paesaggista. Nel 1873 l'Accademia gli conferì il titolo di professore al suo meraviglioso quadro che si intitolaIl fitto del bosco".
Appena rientrato nella sua adorata patria, la Russia, sii ancor piu 'alacremente al lavoro, partecipo' a molte esposizioni e, con il tempo trascorso, divento 'sempre piu' famoso come paesaggista. Nel 1873 l'Accademia gli conferì il titolo di professore al suo meraviglioso quadro che si intitola Il fitto del bosco".
La natura è sempre il motivo centrale dei quadri di Shishkin. In genere, amava dipingere l'inverno e l'estate. Tra il 1880-1890 ci fu una volta nell'arte di Shishkin: comincio 'a lavorare su grandi tele e nel 1891 porto' a termine il suo famoso quadro "La pioggia nel bosco di querce".
Tra i suoi più famosi e conosciuti quadri popolari: "Il fitto del bosco", "Segala" (si trova nella galleria Tret'yakov a Mosca), "Mattina nel bosco di pini" (si trova nella galleria Tret'yakov a Mosca) e numerosi altri paesaggi. Ivan Shishkin mori 'improvvisamente nell'anno 1898.

Guarda il video: Иван Шишкин 1832 - 1898 Ivan Shishkin (Ottobre 2019).

Загрузка...