Arte rinascimentale

Ambrosius Benson | Pittore del Rinascimento del Nord

Pin
Send
Share
Send
Send



Ambrosius Benson (c. 1495/1500, a Ferrara o Milano - 1550, nelle Fiandreera un pittore italiano🎨 che divenne parte del Rinascimento del Nord🎨. Nonostante siano stati attribuiti molti dipinti superstiti, di lui si sa molto poco di lui e non ha voluto firmare il suo lavoro. Si crede che sia responsabile per l'arte principalmente religiosa, ma dipinse anche ritratti su commissione. A volte dipinge da fonti classiche, spesso impostando le figure in abiti moderni, o un ambiente domestico contemporaneo. Nella sua vita ha avuto successo; Aveva un grande laboratorio, il suo lavoro fu venduto a livello internazionale ed era particolarmente popolare in Spagna. Burgson divenne popolare come fonte di pastiche con pittori del XIX secolo, che a volte sono conosciuti come "seguaci di BensonIn particolare, le sue numerose varianti di Magdalen e Sibilla Persica furono ulteriormente copiate e divennero popolari tra i compratori contemporanei.

Sebbene Ambrosius Benson (o Ambrose Benzone, come viene chiamato da un antico studioso in deferenza alla sua origine lombarda) era italiano di nascita, gli studiosi lo considerano un pittore della scuola fiamminga. Tipico del modo itinerante di molti pittori del tempo, si trasferì a Bruges c. 1515 e servito il suo apprendistato con il pittore dei primi olandesi Gerard David. In seguito divenne un cittadino naturalizzato di Bruges. Benson lavorò come addetto ai lavori prima di diventare maestro nel 1519 e divenne membro della corporazione di pittori e fabbricanti di selle.
Alla fine divenne un decano e poi un governatore della gilda. Sposò Anna Ghyselin e ebbe due figli con lei, Jan e Willem, che divennero entrambi pittori. In seguito si è risposato e ha avuto una figlia Anna. Si crede che abbia avuto almeno altre due figlie da relazioni extraconiugali.
Benson entrò in conflitto con Gerard intorno al 1519, su un certo numero di dipinti e disegni che Benson aveva creato - incluso un libro di studi per teste e nudi e vari modelli - nella bottega del maestro più anziano senza la sua assistenza. David rifiutò di restituire il materiale, e dopo che Benson lo perseguitò legalmente, prestò tempo in prigione per il suo stanziamento. Servì come capo della Gilda di San Luca dal 1537 al 1539 e dal 1543 al 1544. Gran parte del suo lavoro è stato un tempo attribuito a un artista spagnolo noto solo come il Maestro di Segovia; ora si ritiene che fossero la stessa persona. Forse sotto l'influenza di Rogier van der Weyden del XV secolo La lettura di Magdalen, Benson è stato uno dei primi artisti a divulgare le immagini delle donne che leggono. È diventato un motivo per lui, e ha dipinto la scena molte volte nelle sue immagini di Maria Maddalena e il Sybil Persica, che ha trattato come quasi intercambiabile.
Uno La lettura di Magdalen di Benson si tiene nella National Gallery, a Londra. | © Wikipedia

































Benzone, Ambrogio (1495 circa - 1550) - Non abbiamo documenti né dati di nascita né precedenti di questo genere, che nel 1518 è la cittadinanza di Bruges e qui si stabilì per tutta la vita. I documenti fiamminghi dell'epoca lo dicono "Lombardo"e collaboratore, fino al 1518 di G. David. Accettando l'ipotesi che il David abbia lavorato a Genova fra il 15 e il 1515, non è escluso che, tornando a Bruges, abbia preso con sé il giovane Benzone con un contratto di tre anni, com'era d'uso a quell'epoca. È certo che il Benzone si separò dal David nel 1518.I rapporti tra i due pittori non dovettero essere buoni: prova ne è la querela che il Benzone sporse contro l ' illustre maestro, accusandolo di aver trattenuto, al momento dei congedo, oltre ad altri oggetti, un gran numero di disegni e di schizzi ha una copertura di debiti che il benzone riconosceva di avere contratto ma pensava di pagare altrimenti.La complicata vicenda (cfr. Parmentier) fu regolata dal tribunale degli scabini, che condannò il David a restituire quanto apparteneva al Benzone, non ammettendo che fosse possibile farsi giustizia da sé (sentenza ii febbr. 1519); il David però non volle sottostare al verdetto e il Benzone quindi lo fece incarcerare finché non ebbe soddisfazione (seconda sentenza 28 genn. 1520). Il Benzone fu ammesso come maestro nella corporazione dei pittori di Bruges il 21 ag. 1519 e, come già la sua prima querela al David ha dimostrato, la sua posizione è un'epoca di Bruges. Il suo "studio"comprendeva ben tre piani di una casa signorile.Negli anni 1520-40 ebbe un più riprese incarichi onorari da parte della magistratura." Per il 1521-22 fu eletto secondo consigliere della corporazione della quale già da tempo era "vinder" Adr. Isenbrant, con il quale è in ottimi rapporti. Per l'anno 1537-38 fu nominato decano della sua arte e poi avanti primo consigliere per il 1539-40 e tesoriere nel 1545-46. Fu sepolto nella chiesa di Notre-Dame a Bruges il 12 genn. 1550.Il Benzone, scoperto, si può dire, da G. Hulin, è stato confuso nel secolo scorso con altri pittori, fra cui Adr. Isenbrant. Karl Justi nel 1886 lo definì "il maestro di Segovia", perché nella cattedrale di quella città si trova il suo maestoso trittico con la Deposizione della Croce. Convento di Santa Cruz, nella stessa città, proviene sette pannelli dal 1838 conservati nella Galleria del Prado a Madrid. Dipinse inoltre, per committenti spagnoli, diverse altre opere, fra cui il piccolo trittico, ancora giovanile, siglato e molto caratteristico, ora nel Museo Reale di Bruxelles, con S. Antonio da Padova sul pannello centrale. L'influsso del David vi è palese.Il fatto che in Spagna si trovino ancora alcuni quadri del Benzone, e il fatto che dai documenti raccolti dal Parmentier risulti che dal novembre 1532 al maggio 1536 a Bruges non è menzionato, ha dato luogo alla supposizione che il Benzone negli anni si è recato nella penisola iberica per stringervi quelle fruttuose relazioni che sono anni 'continuò a coltivare da Bruges.Con l'Italia invece i rapporti rimasero piuttosto rari; in una Sacra Famiglia del 1527, ora nell una raccolta Wildenstein a New York, il Benzone si accosta ad Andrea del Sarto, forse, attraverso il David. Più diretta invece è da considerarsi l'affinità con i maestri leonardeschi, anzitutto con Marco da Oggione, ed anche con Giampietrino e Cesare da Sesto. È chiaro che nello studio dei Benzoni si lavora molto Ciò spiega come proprio un Bruges nessuna opera si trova conservata in antiquo. La bellissima tavola con il Riposo della Madonna che allatta il Bambino (1530 circa) e la Madonna (datata 1533) sono stato acquisito solo nel XX secolo dal Museo Civico di Bruges.Temi ricorrenti nel Benzone sono l'adorazione dei Magi e scena della Passione, popolare la Pietà. L'incantesimo della Croce del 1528 nel Museo di Liegi.Un gruppo speciale contiene alcune tavole con Concerti e conviti galanti all'aperto: i costumi di datare l'intero gruppo fra gli anni 1535-1550 (Basilea, Museo; Venezia, Museo Correr). Numerosi poi sono i quadri, spesso di piccolo formato, che prevedono la Madonna col Bambino, S. Maria Maddalena, una Sibilla, oppure Lucrezia Romana che si trafigge col pugnale (Genova, racc. marchese gentile). Apprezzati sono del Benzone anzitutto i ritratti, sempre a mezzo busto, eseguiti - I migliori - Con squisita sensibilità. È vero che il Benzone nelle sue composizioni ha attinto alle opere di vari maestri, da Jan van Eyck a Jan van Hemessen, e ha saputo mettere un frutto tutto un secolo di attività pittorica altrui, ma nei ritratti si rivela la sua maestria in modo schietto ed innegabile. Del Benzone si conoscono più di 150 opere autentiche, e una cinquantina gliene sono attribuite. Primo matrimonio del Benzone, con Anna Ghyselin, erano nati due figli entrambi pittori. Guglielmo (nato verso il 1520 - morto a Middelburg 1574) e Giovanni (morto tra 1574 e il 1581) .Guglielmo fu, senza dubbio, provetto collaboratore e seguace del padre; si conoscono di lui sei o sette opere sicure. Guglielmo ebbe un figlio, Ambrogio II (n. 1546-50 e morto giovane), al quale sono attribuite quattro opere (Marlier). | di Goffredo Hoogewerff © Treccani, Dizionario Biografico degli Italiani

Guarda il video: Antonio de Cabezón - Diferencias sobre La Dama le Demanda - Ambrosius Benson (Luglio 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send