Artista realista

Ronit Baranga, 1973

Pin
Send
Share
Send
Send




Un artista israeliano con una testa piena di ricordi. Ricordi che potrebbero venire dall'infanzia, affrontare le mani di un adulto? Un'arte che crea personaggi misteriosi, immagini di donne che si nascondono dietro le loro maschere o oggetti che hanno una vita propria e una presenza umana.



Questo confronto poetico, di libertà, condotto in default, in ciascuna delle sue sculture, destabilizzando il candore della sua creazione, mi riporta a cose sepolte, lontano dalla mia coscienza. Tutti questi elementi sono così forti, ma in un certo modo siamo indotti ad osservare in modo quasi inquietante. Sta creando sentimenti, sembra il meglio dei segni. Per un'arte che sembra vivere in un giusto equilibrio tra l'estremo e l'immaginazione.
































Dopo essersi laureata in psicologia e letteratura ebraica all'università di Haifa, l'artista israeliana Ronit Baranga, decide di studiare storia dell'arte all'università di Tel-Aviv, potendosi così dedicare alla sua vera passione, la scultura ceramica.Ecco cosa dichiara: "In questa combinazione dell '"immobile" e del "vivo" Uniti, provo a cambiare il modo in cui osserviamo le stoviglie. L'articolo per la tavola, utile e passivo, può essere percepito come oggetto attivo, consapevole di sé e dei suoi dintorni - rispondente ad essi. Si può decidere come solo comportarsi in ogni situazione.Così preferisco pensare ai miei piatti e bicchieri. Metaforicamente, naturalmente. E voi? "Il set da tavola"Festa senza titolo"Di questo originale artista della ceramica, è stato esposto durante l'estate 2015 a Dismaland, lo sconcertante parco del non-divertimento creato dallo street artist Banksy, presentato di una mostra d'arte internazionale con più di 50 artisti provenienti da 17 nazioni.

Pin
Send
Share
Send
Send