Artista realista

Albert Carrier-Belleuse ~ Scultura Chryselephantine

Pin
Send
Share
Send
Send






Carrier-Belleuse è il nome usato da questo scultore -nato Carrier de Belleuse- sui suoi pezzi maturi, dopo aver firmato le opere "A. VettoreLa sua carriera iniziò stabilmente nelle arti applicate, con il suo apprendistato a tredici anni a un ciseleur parigino oggi noto come Bauchery (o Beauchery), e ha fatto il lavoro successivo per Jacques-Henri Fauconnier e Fannière Frères. La sua educazione formale ebbe luogo presso la Petite Ecole - scelta dopo un periodo infelice all'Ecole des Beaux-Arts nel 1840 sotto la direzione di David d'Angers, suo maestro ufficiale. Molière, Jean Baptiste Poquelin 1622-1673


Albert-Ernest Carrier-Belleuse e Auguste Rodin 1840-1917, 1877 Auguste Rodin 1840-1917 - Busto di Albert-Ernest Carrier-Belleuse Alexandre Dumas 1802-1870, scrittore francese




Mentre alla Petite Ecole negli anni '40 del secolo scorso, Carrier-Belleuse iniziò la sua pratica permanente di fornire case commerciali con modelli per l'edizione, come statuette o come ornamento per pezzi funzionali. Intorno al 1850, lo scultore si trasferì in Inghilterra come designer per Minton China Works, a Stoke-upon-Trent, così come per Wedgewood, Coalbrookdale Ironworks e Graham & Jackson. Anche dopo essere tornato a Parigi nel 1855, ha continuato a inviare modelli a ditte britanniche per tutta la sua vita. Cominciò a ottenere consensi come scultore di belle arti dopo dieci anni di esibizioni al Salon, iniziando con due medaglioni di ritratto nel 1850 e una raffica di busti e gruppi con soggetti mitologici o storici tra il 1857 e il 1861, il secondo dei quali lo guadagnò una medaglia di terza classe. Carrier-Belleuse ricevette infine una seria attenzione nel 1863, quando l'imperatore acquistò la sua baccante di marmo dal Salon per i Jardins des Tuileries (Musée d'Orsay, Parigi). Quattro anni dopo, il suo Messia di marmo fu acquistato dallo Stato dal Salon del 1867 e assegnato a Saint-Vincent-de-Paul a Parigi; gli è valsa una Medal of Honor e la croce della Légion d'Honneur. Da quel momento in poi, Carrier-Belleuse è stata fondata a livello internazionale come scultore d'arte. Ha prodotto in abbondanza per una varietà di mecenati internazionali in molte categorie di lavori tridimensionali - monumenti pubblici, ad esempio, Masséna (1867, Nizza), rilievi allegorici per edifici parigini (Palais des Tuileries e Banque de France, 1865-1866), tombe per eroi stranieri (Cattedrale di San Martín, Buenos Aires, Argentina), e classificando soggetti di figure come Sleeping Hebe per il Salon (1869, marmo; Museo d'Orsay, Parigi) - mantenendo allo stesso tempo un'elevata visibilità nelle arti applicate. Carrier-Belleuse ha sollevato una tonalità critica e pianto durante la sua vita con i suoi sensuali nudi femminili, in particolare Angélique, mostrati nel 1866 (marmo, perso; variante in terracotta ridotta, collezione privata). Ampiamente sulla scia del diciannovesimo secolo "voluttuoso antichità", il lavoro persegue più realismo e materialità seducente delle donne classiche di Pradier attraverso il loro movimento violentemente sinuoso e la policromia. Come Auguste Clésinger (1814-1883), che aveva inchiodato Parigi nel 1847 con la sua donna morsa da un serpente (Museo d'Orsay, Parigi), Carrier-Belleuse ha violato il canone idealista del marmo puro aggiungendo gioielli reali dei suoi famosi contemporanei come Froment-Meurice. Tuttavia, lo scultore applicò la sua enorme capacità di modellismo e design a una varietà di modi stilistici ed espressivi. Il realismo neobarocco dei suoi eroici monumenti differisce in modo significativo dalla preziosità neo-rococò, dalla ricchezza materiale e dalla vivacità per cui è meglio conosciuto . Eppure esplorò alcuni estremi espressivi fuori dal dionisiaco. La violenza aperta e il pathos sono rari nel suo lavoro; il suo umore espressivo più tipico era l'intimo e spiritosamente vivace. Di conseguenza ha dato vita varia e accattivante a figurine storiche e busti fantasy, ed è stato un ritrattista magistrale. La sua prolifica ritrattistica di uomini e donne è spesso paragonata a quella di Houdon, poiché trasmette allo stesso modo straordinarie somiglianze e vita psicologica all'interno di un'opera modellistica riccamente tattile. Nonostante la sua associazione con la sensualità rococò, la maestria di Carrier-Belleuse a forma articolata conferiva tanta vitalità e fascino ai marmi scolpiti dai suoi modelli come alle sue numerose opere in argilla e bronzo. Lo scultore vendeva lavori seriali direttamente attraverso il suo studio e all'asta, e quindi annoverato tra i più attivi imprenditori dei suoi colleghi professionisti, come Jean-Baptiste Carpeaux e il suo anziano, l'animaleer Christophe Fratin. I suoi modelli e disegni pubblicati hanno integrato la figura umana all'interno di forme funzionali--torchères e il servizio al tavolo, per esempio- in una varietà di stili e con immaginazione e verve; sono stati commercialmente di successo e influenti per decenni. Carrier-Belleuse fu nominata direttore dei lavori della Manifattura di Sèvres nel dicembre 1875, dove migliorò notevolmente la qualità dei modelli e aumentò la produzione di biscotti. Membro fondatore della nuova organizzazione professionale per le arti applicate (l'Unione Centrale delle Belle Arti Appliqués à l'Industrie), fondato nei primi anni del 1860, fu enormemente importante per elevare la statura delle arti applicate e per l'assoluta qualità del suo disegno ornamentale. Per questo solo contributo alla Francia, l'artista fu promosso ufficiale della Légion d'Honneur nel 1885. Grazie alla sua enorme produzione in studio e alle sue responsabilità a Sèvres, ebbe un notevole impatto sull'arte e sulle carriere di giovani scultori che lavoravano per lui, in particolare Auguste Rodin, sia a Parigi che a Bruxelles, dove entrambi si trasferirono durante la guerra franco-prussiana del 1870-1871. | © National Gallery of Art Washington, DC -NGA

















































































Carrier-Belleuse (o Belleuze), Albert-Ernest - Scultore, nato il 12 giugno 1824 ad Anizi-le-Château (Aisne), morto il 3 giugno 1887 a Sèvres. Esordì al Salon del 1851 con due medaglioni in bronzo; espose poi costantemente dal 1857 sino alla morte. Occupatosi prima di arte decorativa, ottenne il primo successo con una decorazione di camino rappresentante una scena soldatesca. Obbligato dalla rivoluzione del giugno in Inghilterra, il C. per cinque anni fornì di modelli la fabbrica di porcellane Herbert Mintons.
Tornato a Parigi, nel Salon del '59 espose la prima opera di una certa importanza: La morte del generale Desaix, una cui seguirono varie altre sculture, tra cui il gruppo del Messia, ora nella chiesa di S. Vincenzo de 'Paoli a Parigi , imponente nonostante una certa teatralità degli aspetti. Molta grazia, forse un po 'leziosa, è invece nel gruppo di E dormiente vigilata dall'aquila di Giove (Museo del Lussemburgo).
La sua attività si esercitò però più che altro nel ritratto. La sua virtuosità tecnica, unita a una sensibilità rara, gli permise di creare le opere d'arte coi busti del Gautier, About, Renan. Fino alla morte il C. diresse la sezione artistica della manifattura di Sèvres, un che diede un grande incrementi, fornendola di modelli proprî, che il gusto del nostro tempo giudicato eccessivamente decorati, e assicurandole la collaborazione di vari giovani di valore, tra cui il Rodin. | © Treccani, Enciclopedia Italiana.


Pin
Send
Share
Send
Send