Artista realista

Ferdinand du Puigaudeau ~ Pittore impressionista francese

Pin
Send
Share
Send
Send



Il pittore francese Ferdinand Loyen du Puigaudeau (1864-1896) è spesso noto per le sue scene mistiche di processioni e carnevale attorno a Pont Aven e per la sua associazione con Gauguin e la Scuola Pont Aven. Tuttavia, dopo che Gauguin si trasferì nel Pacifico e molti degli altri artisti del gruppo a Parigi, Puigaudeau rimase sulla costa, spostando una tenuta chiamata Kervaudu a Le Croisic, vicino alla foce della Loira. Una volta lì, rivolse la sua attenzione al bellissimo paesaggio della regione: scogliere costiere con fitte torcere, campi fioriti punteggiati da piccoli villaggi.

A partire dal 1850, le tradizioni religiose, le pratiche mistiche e la cultura di Pont-Aven diedero vita a un nuovo stile pittorico nella pittura francese. Intorno al 1880, numerosi artisti di tendenza moderna lavorarono nella regione e adottarono un vivido uso del colore e composizioni create che utilizzavano lo spazio semplificato con forme ben definite, influenzate da un nuovo interesse per l'arte giapponese. Puigaudeau faceva parte di questa colonia e quindi contribuì alla nascita del "Scuola di Pont-Aven”. Ha sviluppato stretti rapporti con Paul Gauguin, Edgar Degas, Theo van Rysselberghe, James Ensor ed Emile Bernard. Degas si riferiva spesso affettuosamente a Puigaudeau come l'ermit di Kervaudu (Kervaudu è la tenuta nei pressi di Nantes, dove il Puigaudeau si stabilì dopo lo scioglimento del gruppo di Pont-Aven), e i due pittori hanno scambiato lettere per tutta la vita.

Lo stile impressionistico distintivo di Puigaudeau è evidente nelle sue variazioni di colore e nella rappresentazione della luce. Nel corso della sua carriera, Puigaudeau ha mantenuto una ricerca sistematica di colori vivaci e luminosi. Seguendo questo interesse, scelse soggetti che gli avrebbero permesso di giocare con gli estremi del colore e della luce: tramonti, fuochi d'artificio, candele e gli effetti transitori del tremolante sole o della luna sull'acqua o sui campi ventosi. In ogni caso, gli effetti fugaci di luce e colore sono il suo vero soggetto. Puigaudeau ha affermato di credere in "colore sopra ogni altra cosa"E le sue scene brillano di vivaci tonalità di blu, verde, oro e rosso.
Collezioni di musei selezionati: Indianapolis Museum of Art; Museo Thyssen-Bornemisza, Madrid; Musée Jacobins, Morlaix; Museo delle Belle Arti di Nantes; Musée des Beaux-Arts de Quimper; Museo Saint Nazaire.










































Pin
Send
Share
Send
Send