Symbolism Art Movement

Étienne Pirot, 1952 | Scultore astratto / simbolista

Pin
Send
Share
Send
Send




Nato a Grenoble, lo scultore francese Étienne Pirot [Étienne] trascorse la sua infanzia e la sua giovinezza nel "Dauphiné"Provincia. Andò all'Università di Ottawa (Canada) e di ritorno in Francia, ha conseguito una laurea in arti plastiche a Marsiglia. Poi è diventato uno studente al "Ecole Nationale Supérieure des Beaux Arts"a Parigi e un insegnante d'arte dal 1974 al 1976.
Per le sue prime creazioni, ha usato marmo, pietra e legno. Ma presto ha optato per il bronzo, un materiale che gli consente di giocare con solidi e buche. Étienne rompe i suoi soggetti, li rende puri e aderenti alla loro essenza: una mano, un viso, uno sguardo per raggiungere un'armonia stabile, ben equilibrata, costruttiva ed espressiva. Tale metallo gli consente anche di esplorare la diversità cromatica della patina e del gioco con la gradazione del colore, inclusa la finitura lucida.
Le opere di Étienne affrontano ogni singolo aspetto della vita, molti dei quali riflettono momenti forti - incontri umani, spirituali o artistici. Astratti in una certa misura ma sempre figurativi, tutte queste opere sono simboli.
Con instancabile ostinazione, concepisce la sua scultura come un mezzo per difendere i valori fondamentali dell'essere umano: amore, maternità, amicizia, fede. In breve, crede che una cosa bella sia una cosa per sempre. Così, per trent'anni, Étienne ha esposto le sue opere attraverso varie mostre o commissioni in patria e all'estero. Già nel 1972, il suo lavoro si esibiva regolarmente nelle gallerie e partecipava a numerose mostre collettive. Dal 1990, importanti mostre personali sono state organizzate in gallerie o legate a eventi che hanno conquistato un'intensa copertura mediatica.
Dal 1994, Étienne raggiunge il mercato internazionale dell'arte esibendosi in diversi paesi come Stati Uniti, Belgio, Olanda e Cina dal 2004 e ha mostre permanenti in varie gallerie in tutto il mondo.


Allo stesso tempo, crescono le sue commissioni istituzionali, provenienti da Thomson, Cap Sesa, Bouygues, la città di Grenoble, la banca Hénin, la città di Parigi, la Michelin, il Museum of Modern Art e la città di Guangzhou ...
Oltre a queste esposizioni, Étienne è spesso commissionata da città e organizzazioni private o religiose, con il risultato di opere monumentali elogiate come figure a tutto tondo, bassorilievi, fontane o mobili. L'arte di Étienne appartiene a tutti i giorni della vita e i simboli si uniscono e si possono trovare nei luoghi religiosi e negli spazi urbani. Sia per le imprese che per i privati, il tocco di Étienne è sempre richiesto. Étienne vive e lavora a Parigi e St Martin de Re.

Sculture monumentali
1989 - Cogedim, Paris-La Défense, "bassorilievo"- EPAD, Parigi
1990 - Compagnie bancaire, Levallois-Perret, "La Fontaine aux Oiseaux"
1991 - Breguet immobilier per il quartier generale di Fina France, Rueil-Malmaison, "L'Homme Barque"et"le Poète";
Cattedrale di Saint-Malo, "Maître-autel"costruito in collaborazione con Arcabas, il pittore.
1994 - Rueil-Malmaison, due sculture monumentali, place de l'Europe.
1995 - Cattedrale di Rennes, mobili liturgici realizzati in collaborazione con Arcabas, il pittore.
1996 - Montigny-le-Bretonneux, "Paul Claudel"
1998 - Mantes-la-Jolie, place du 8 mai 1945, "le Baiser"
2000 - Groupe Michelin, segno tridimensionale
2001 - Maison d'église "Notre-Dame de Pentecôte", Paris-la-Défense," Notre Dame de Pentecôte ".
2003 - Collège Robert Doisneau, "Robert Doisneau", Châlon sur Saône Février
2010 - Chateau Dauzac Margaux "Dégustation à Dauzac"2,40m x 2,40m
2012 - Cuba, La Havane Vieille, luogo San Francisco, "La conversazione"
2012 - Millénaire de Parthenay, "Le pèlerin de Compostelle".




















































































Pin
Send
Share
Send
Send