Artista realista

Ivan Aivazovsky

Pin
Send
Share
Send
Send





Ivan Konstantinovich Aivazovsky / Иван Константинович Айвазовский (1817-1900) è diventato il pittore russo più prolifico del suo tempo. All'inizio della sua carriera, è stato eletto membro di cinque Accademie di Belle Arti, incluse quelle di San Pietroburgo (la sua Alma Mater). Roma, Firenze, Stoccarda e Amsterdam. Era un accademico di 27 anni e professore di pittura marina all'Accademia di Belle Arti di San Pietroburgo, all'età di 30 anni. Le sue opere sono state molto apprezzate da JMW Turner, uno dei principali pittori del paesaggio e marino britannico, quando si sono incontrati Roma, nel 1842.

L'arte del giovane pittore marino Aivazovsky ha ispirato Turner a dedicargli una poesia. Aivazovsky lasciò oltre seimila opere alla sua morte nel 1900. I fondi guadagnati durante la sua brillante carriera come artista gli permisero di aprire una scuola d'arte e una galleria nella sua città natale, Feodosiya.
A partire dal 2006, le opere di Aivazovsky sono state messe all'asta per un valore di $ 3.200.000, e la sua reputazione internazionale continua a crescere.
Il 14 giugno 2007 il suo dipinto "American Shipping off the Rock of Gibraltar" è stato venduto per 2.700.000 sterline, "il prezzo più alto pagato all'asta per Aivazovsky"Si dice anche che sia il più forgiato di tutti i pittori russi.
Nell'aprile 2012, la tela di Ivan Aivazovsky Veduta di Costantinopoli e il Bosforo è stata venduta all'asta di Sotheby's a Londra per un valore record di 5,2 milioni di dollari (3,2 milioni di sterline).
È nella massima categoria # 1 - un artista di fama mondiale, testato con il tempo (per non meno di un secolo)" nel "Valutazione degli artisti uniti".






La Nona onda è la sua "il lavoro più celebrato". Aivazovsky è considerato uno dei più importanti artisti russi (specialmente nell'arte marina) e uno dei più grandi artisti marini del 19 ° secolo.
Aivazovsky è nato nella città di Feodosiya (Theodosia), Crimea (Impero russo) a una povera famiglia armena. Suo fratello era l'arcivescovo armeno Gabriel Aivazovsky. La sua famiglia si trasferì in Crimea dalla Galizia (poi nel sud della Polonia, ora in Ucraina) nel 1812. Il nome di famiglia dei suoi genitori era Aivaziano ma in Polonia era scritto Haivaziano. Alcuni dei dipinti dell'artista recano una firma, in lettere armene, "Hovhannes AivazianSuo padre gli ha insegnato a suonare il violino e parla fluentemente polacco e ucraino.Il suo talento come artista gli è valso la sponsorizzazione e l'ingresso al ginnasio di Simferopol №1 e in seguito all'Accademia di Belle Arti di San Pietroburgo, che si è laureato con una medaglia d'oro Guadagnando premi per i suoi primi paesaggi e paesaggi marini, ha continuato a dipingere una serie di ritratti delle città costiere della Crimea prima di viaggiare in tutta Europa.In più tardi, i suoi dipinti di scene navali gli valsero una Commissione di vecchia data della Marina russa di stanza in il mare nero.

Nel 1845, Aivazovsky andò a Istanbul su invito del sultano Abdülmecid I, una città che doveva viaggiare otto volte tra il 1845-1890. Durante il suo lungo soggiorno a Istanbul, Aivazovsky è stato commissionato per un certo numero di dipinti come pittore di corte dai sultani ottomani Abdülmecid, Abdulaziz e Abdulhamid, 30 dei quali sono attualmente esposti nel Palazzo Imperiale Ottomano, nel Museo Dolmabahce e in molti altri musei in Tacchino. Le sue opere si trovano anche in dozzine di musei in tutta la Russia e nelle ex repubbliche sovietiche, tra cui il Museo dell'Ermitage a San Pietroburgo. Le più grandi collezioni delle sue opere sono alla Aivazovsky Art Gallery di Feodosiya, in Ucraina, e alla National Gallery of Armenia.

A 31 anni, Aivazovsky sposò Julia Graves, una governante inglese a San Pietroburgo. Hanno avuto quattro figlie. Il matrimonio fu sciolto e, all'età di 65 anni, Aivazovsky, sposò Anna Boornazian, una giovane vedova armena di Teodosia.
Aivazovsky fu profondamente colpito dai massacri di Hamidian degli armeni in Asia Minore nel 1895, dipingendo una serie di opere sull'argomento come "L'espulsione della nave turca" e "I massacri armeni a Trevizond"e rinunciando a una medaglia che gli era stata conferita a Istanbul, trascorse i suoi ultimi anni a Feodosia dove rifornì la città di acqua dalla sua tenuta, aprì una scuola d'arte, iniziò i primi scavi archeologici nella regione e costruì uno storico museo A causa dei suoi sforzi fu fondato un porto commerciale a Feodosiya e collegato alla rete ferroviaria.Aivasovsky morì a Feodosiya nel 1900.

Aivazovsky è meglio conosciuto per i suoi paesaggi marini e le scene costiere. La sua tecnica e immaginazione nel raffigurare il gioco di luci scintillanti sulle onde e sul seafoam è particolarmente ammirata e conferisce ai suoi paesaggi marini una qualità romantica ma realistica che riecheggia il lavoro dell'acquirista britannico J. M. W. Turner e del pittore russo Sylvester Shchedrin. Particolarmente efficace è la sua capacità di rappresentare la luce solare diffusa e il chiaro di luna, a volte proveniente da dietro le nuvole, a volte attraverso una nebbia, con strati di vernice quasi trasparenti. Una serie di dipinti di battaglie navali dipinte nel 1840 portò alla ribalta le sue abilità drammatiche, con le fiamme delle navi in ​​fiamme riflesse nell'acqua e nelle nuvole. Dipinse anche paesaggi, tra cui scene di vita contadina in Ucraina e vita cittadina a Istanbul. Alcuni critici hanno definito i suoi dipinti dall'orientalista di Istanbul e altri ritengono che le centinaia di paesaggi marini possano essere ripetitivi e melodrammatici.











La Nona onda















Alexander Pushkin



Alexander Pushkin

Pin
Send
Share
Send
Send