Artista realista

Franz Liszt

Pin
Send
Share
Send
Send



  • La musica incarna il sentimento senza costringerlo a contendersi e combinarsi con il pensiero, poiché è forzato nella maggior parte delle arti e specialmente nell'arte delle parole.
  • Concludo che le opere wagneriane che sono già nel repertorio, e anche altri master funzionano, non hanno più bisogno dei miei servizi.
  • Non ho composto il mio lavoro come si potrebbe indossare un paramento da chiesa ... piuttosto è nato dalla fede veramente fervida del mio cuore, come ho sentito fin dall'infanzia.
  • Trovo poco nelle opere di Beethoven, Berlioz, Wagner e altri quando sono guidati da un direttore d'orchestra che funziona come un mulino a vento.
  • Promuovo una dolorosa concezione di affetto. Non fare sacrifici
  • In Ungheria tutta la musica nativa, nella sua origine, è divisa naturalmente in una melodia destinata alla canzone o alla melodia per la danza.
  • L'ispirazione è sufficiente per dare espressione al tono del canto, specialmente quando la canzone è senza parole.
  • È impossibile immaginare una fusione più completa con la natura di quella dello zingaro.
  • È il mio fervido desiderio e la mia più grande ambizione di lasciare un lavoro con alcune utili istruzioni per i pianisti dopo di me.
Franz Liszt Fantasizing at the Piano, 1840 (dettaglio) di Josef Danhauser ▪ Alte Nationalgalerie Bronze Casts of the Hands di Franz Liszt
🎶 Franz Liszt - Liebestraum - Love Dream ♬

Franz Liszt all'età di 23 anni, Ginevra, 1835, di Jean-Gabriel Scheffer Franz Liszt e alcuni dei suoi famosi studenti a Weimar, Franz Liszt e il violinista Armah Senkrah a Weimar, 1885 Franz Liszt ad un piano di Sir Hubert von Herkomer
  • I veri uomini mancano tristemente in questo mondo, perché quando sono messi alla prova si dimostrano senza valore.
  • Doloroso e grande è il destino dell'artista.
  • La suprema serenità rimane l'ideale della grande arte. Le forme e le forme transitorie della vita non sono che stadi verso questo Ideale, che la religione di Cristo illumina con la sua luce divina.
  • Il carattere della musica strumentale ... lascia che le emozioni irradino e brillino nel proprio carattere senza presumere di visualizzarle come rappresentazioni reali o immaginarie.
  • La musica degli zingari appartiene alla sfera dell'improvvisazione piuttosto che a qualsiasi altra, senza la quale non avrebbe alcun potere di esistere.
  • Il compito principale di un direttore d'orchestra non è quello di mettersi in evidenza, ma di scomparire dietro le sue funzioni il più possibile. Siamo piloti, non servi.
  • Il pubblico è sempre buono.
  • La verità è un grande flirt.
  • Abbiamo bisogno di migliorare lo stile delle prestazioni. Non c'è più vantaggio in un musicista che suona e dirige che in uno che è solo un battito del ritmo.
  • Senza alcuna assistenza, ho fondato una scuola a Weimar in 10 anni. Solo io potevo eseguire certi lavori con pochi mezzi che non osavo chiedere a nessun altro con cui lavorare.

Franz Liszt a un pianoforte Joseph Kriehuber | Ein Matinée bei Liszt, 1846 Da sinistra a destra: Joseph Kriehuber, Hector Berlioz, Carl Czerny, Franz Liszt, Heinrich Wilhelm Ernst.▪ Bibliothèque nationale de France ▪ Franz Liszt di Herman Biow, 1843 Franz Liszt di Petit Pierre Lanith (1831-1909) ▪ Parigi, museo d'Orsay ▪ Franz Liszt di Wilhelm von Kaulbach
  • Una persona di qualsiasi qualità mentale ha idee sue. Questo è il senso comune.
  • Un teatro riceve riconoscimento attraverso la sua iniziativa, che è indispensabile per prestazioni di prim'ordine.
  • Mentre la madre insegna ai suoi figli come esprimersi nella loro lingua, così un musicista zingaro insegna all'altro. Non hanno mai mostrato alcun bisogno di notazione.
  • Fai attenzione alle possibilità di perdere; altrimenti potrebbe essere del tutto troppo tardi un giorno.
  • Le Variazioni di Brahms sono migliori delle mie, ma le mie sono state scritte prima di lui.
  • Ampie vie sono aperte a ogni sforzo, e un riconoscimento comprensivo è assicurato a tutti coloro che consacrano la sua arte ai servizi divini di una convinzione di una coscienza.
  • Compagni, nella miseria e peggio, questo è ciò che siamo tutti, e per cercare di cambiare questo sostanzialmente non ci fa nulla.
  • La vita è solo un lungo e amaro suicidio, e la sola fede può trasformare questo suicidio in un sacrificio.
  • Lutto eppure grandioso è il destino dell'artista.
Franz Liszt Fantasizing at the Piano, 1840 di Josef Danhauser ▪ Alte Nationalgalerie ▪▪ Gli spettacoli immaginari si svolgono con Alfred de Musset o Alexandre Dumas, George Sand, Franz Liszt, Marie d'Agoult; in piedi Hector Berlioz o Victor Hugo🔗, Niccolò Paganini, Gioachino Rossini; un busto di Beethoven🔗 sul pianoforte a coda (un "Graf"), un ritratto di Lord Byron sul muro, una statua di Giovanna d'Arco all'estrema sinistra. Franz Liszt Fantasizing at the Piano, 1840 di Josef Danhauser - Alte Nationalgalerie (dettaglio) Franz Liszt Fantasizing at the Piano, 1840 di Josef Danhauser - Alte Nationalgalerie (dettaglio) Franz Liszt Fantasizing at the Piano, 1840 di Josef Danhauser - Alte Nationalgalerie (dettaglio) Franz Liszt Fantasizing at the Piano, 1840, - Beethoven (dettaglio) di Josef Danhauser, Alte Nationalgalerie Franz Liszt nel 1839 di Henri Lehmann (nato in Francia, francese, 1814-1882)
Franz Liszt dà un concerto per l'imperatore Franz Joseph Ion un pianoforte Bösendorfer Franz Liszt dà un concerto per l'imperatore Franz Joseph Ion un pianoforte Bösendorfer



Franz Liszt, 1869 di Franz Seraph Hanfstaengl Franz Liszt, 1880 Franz Liszt, 1884 di Franz von Lenbach🎨 Franz Liszt, 1886 di Nadar▪ Franz Liszt (22 ottobre 1811 - 31 luglio 1886fu un prolifico compositore ungherese del XIX secolo, pianista virtuoso, direttore d'orchestra, insegnante di musica, arrangiatore, organista, filantropo, autore, nazionalista e terziario francescano.Liszt si guadagnò fama in Europa all'inizio del XIX secolo per la sua prodigiosa abilità virtuosistica come pianista . Era un amico, promotore musicale e benefattore di molti compositori del suo tempo, tra cui Frédéric Chopin, Richard Wagner, Hector Berlioz, Robert Schumann, Camille Saint-Saëns, Edvard Grieg, Ole Bull, Joachim Raff, Mikhail Glinka e Alexander Borodin. Come compositore, Liszt era uno dei rappresentanti più importanti della Nuova scuola tedesca (Neudeutsche Schule). Lasciò un ampio e diversificato lavoro in cui influenzò i suoi contemporanei lungimiranti e anticipò molte idee e tendenze del XX secolo. Alcuni dei suoi contributi musicali più importanti furono l'invenzione del poema sinfonico, sviluppando il concetto di trasformazione tematica come parte dei suoi esperimenti in forma musicale e facendo delle partenze radicali in armonia. Franz Liszt, 1846 di Josef Kriehuber (1800-1876) ▪ Franz Liszt (22 ottobre 1811 - Bayreuth, 31 luglio 1886) è stato un compositore, pianista, direttore d'orchestra e organo Ungherese.Studiò e suonò a Vienna e Parigi, viaggiò in tutta Europa tenendo concerti un po 'ovunque. Fu uno dei grandi virtuosi del pianoforte dell'Ottocento, rivoluzionò la tecnica pianistica e il rapporto tra pubblico ed esecutore.Fu legato a Fryderyk Chopin e a Robert Schumann da amicizia e stima. Nel 1865 divenne accolito della Chiesa cattolica.Fu anche terziario francescano.Era il suocero di Richard Wagner, con sede sposato sua figlia Cosima. È stato inoltre canonico nella Cattedrale di Albano Laziale (Roma). Ritratto di Franz Liszt di Ary Scheffer🎨
  • Non cercare di sapere: il tuo destino è l'incertezza. Non cercare di potere: il tuo destino è la debolezza. Non cercare di godere: il tuo destino è la rinuncia.
  • Racchiudendosi con l'esclusivo del pianoforte, Chopin diede prova di una qualità più preziosa in un grande scrittore e senza dubbio delle più rare in uno scrittore comune: la giusta valutazione della forma nella quale gli è dato di eccellere.
  • Sarebbe un'illusione credere che si possa fissare sulla carta
  • Una parte il dramma, nessuna arte richiama tante folle quanto la musica, cui partecipano in numero sempre maggiore molti praticanti. [...] La musica non limita le sue meravigliose mostre a opere per le masse: va incontro alle più diverse necessità della nostra anima e le nostre colma di tutte le impressioni di cui è capace. Non si sfuggire nessuno degli stati d'animo di noi stessi [...]. Essa partecipa alla vita esteriore e chiassosa viene al destino delle singole anime, ai loro dolori e alle loro gioie, risuona nel tempio come nel bosco. Col suono dei ricordi, il risonante richiamo di guerra, vessillo di un'intera nazione o simbolo di un amore segreto, si risuona attraverso la storia dei popoli, non resta estranea a nessun luogo e nessuno.
  • Mai il carattere di Chopin ha nascosto un solo movimento, un solo impulso dettato dal più delicato sentimento d'onore e dalla più nobile intesa degli effetti. Eppure, mai natura è più un giustificare degli scatti, dei difetti, dei capricci e delle singolarità brusche. La sua immaginazione era ardente ed i suoi sentimenti arrivavano sino alla violenza. La sua struttura fisica era debole e malaticcia. Chi può misurare le sofferenze scaturite da queste cose opposte? Devono essere stato tremende, ma non ne diede mai spettacolo. Ne conservò il segreto, lo nascose a tutti gli sguardi sotto l'impenetrabile serenità di una fiera rassegnazione.
  • Giunge per me il momento ("nel mezzo del tempo di nostra vita"), di liberarmi della crisalide del virtuoso e di lasciare libero il volo al mio pensiero ... Lo scopo di cui m'importa innanzi tutto e che, in quest'ora, è di conquistarmi un teatro per il mio pensiero, vieni conquistato in questi ultimi anni per la mia personalità d'artista.
Il mal d'Italia, sarà sempre il male delle anime belle.
  • Nessuno recita un ruolo, qui. Si crea dell'arte, e se ne gode ... In tutta umiltà, non credo di meritare la lettera che ricevo oggi da voi ... Dio sa che alleviare le sue sofferenze è stato la mia sola durata durante molti anni. Da parte mia, non voglio ricordare che le ore in cui abbiamo pianto e pregato insieme d'uno stesso cuore. Dopo la tua lettera di oggi, rinuncio a tornare a Roma.
  • E se noi valessimo più della felicità?
  • Il sacramento più desiderabile da ricevere mi sembra quello dell'Estrema Unzione.
  • Il mio cuore trabocca di emozione e di gioia! Non so quale paradisiaco languore, infinito piacere lo riempie e mi riarde. È come se non avessi mai amato! Tutto questo non può che nascere da te, sorella, angelo, donna. Non è mai stato così, è un pezzo di lacrima segreta e straziante che tu hai lasciato.
  • Datemi il diritto e vi darò la giustizia.
  • La politica è la scienza dell'opportunismo e l'arte del compromesso.
  • Non più dubbi né ostacoli, l'immenso genio di Wagner ha avuto motivo di tutto. La sua opera, "L'Anello del Nibelungo", riluce sul mondo.I ciechi non impediscono affatto la luce, né i sordi la musica.

Ritratto di Franz Liszt, 1837 di Ary Scheffer🎨 Ritratto di Franz Liszt, 1878 di Eliza Ransonnet-Villez (1843-1899)

Guarda il video: The Best of Liszt (Luglio 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send