Artista realista

Michael Sweerts

Pin
Send
Share
Send
Send



Titolo: Ragazzo in un turbante che tiene un Nosegay. Autore: Michiel Sweerts [Pittore di epoca barocca fiamminga, 1618-1664]. Data: ca. 1658 - 1661. Mezzo: olio su tela. Dimensioni: 76,4 x 61,8 cm. Posizione attuale: Museo Thyssen-Bornemisza (Madrid, Spagna). Oltre a dipingere scene di vita di strada con personaggi pittoreschi ispirati ai suoi anni a Roma, Sweerts ha anche prodotto alcuni ritratti e una serie di anziani e giovani uomini e ragazzi di mezza lunghezza e busto.
Queste figure sono raffigurate su uno sfondo chiaro e scuro con la testa girata da un lato e la luce che entra da sinistra. Tra gli esempi migliori c'è Boy in a Hat nel Wadsworth Atheneum, Hartford. La tela presente non fa parte di quella serie, ma il trattamento della luce e della modellazione deriva dall'esperienza dell'artista in Italia. La tela fu prima pubblicata e resa nota al grande pubblico quando fu inclusa nella mostra dal titolo Artists in Diciassettesimo- secolo Roma si tenne a Londra nel 1955. A quel punto fu catalogato come opera di Sweerts ed è stato considerato una delle sue opere più interessanti da quella data. In precedenza era stato attribuito a Francesco de Rosa, secondo un'etichetta sul retro. Nel 20 ° secolo il dipinto riappare per la prima volta a Roma nel 1955 nella collezione di Andrea Burisi Vici, e Gaskell ha suggerito che potrebbe essere stato nella collezione Barberini, una proposta basata sullo stile del telaio, tipico di quella collezione e i resti di una vecchia etichetta di inventario sul retro. Tuttavia, Gaskell non fu in grado di associare il dipinto a nessun lavoro negli inventari del XVII secolo di quella collezione. Dopo essere stato venduto all'asta a Londra e passato attraverso due collezioni private, fu acquisito per la collezione Thyssen-Bornemisza nel 1981.
Ragazzo in un turbante che tiene un mazzo è stato associato al gruppo di dipinti che Sweerts ha eseguito alla fine del periodo di Amsterdam. Il soggetto del presente dipinto e il sesso della figura sono stati al centro del dibattito e hanno dato origine a diverse interpretazioni. I lineamenti delicati e delicati e il turbante che nasconde i capelli rendono difficile definire con precisione il soggetto e in precedenza la tela era intitolata Figura in una Turban. Fu solo nel 1958, quando il dipinto fu incluso in una mostra su Sweerts a Rotterdam, che il soggetto era descritto come un ragazzo, una lettura che è stata mantenuta ai giorni nostri. Il fatto che il ragazzo abbia in mano un mazzo di fiori ha portato al suggerimento che questa è una rappresentazione del senso dell'olfatto. Sweerts ha eseguito due serie, ora disperse, sui Five Senses. In una serie, che utilizza un formato simile al dipinto attuale, cinque figure maschili in abiti esotici tengono oggetti e animali legati ai sensi. Nella seconda serie, che è più piccola e ora incompleta, i giovani ragazzi simboleggiano i sensi attraverso un candela fuori, uno spartito musicale e un dito fasciato per proteggere una piccola ferita. Nessun altro lavoro di Sweerts o attribuito a lui può essere associato alla presente tela e quindi indicare l'esistenza di una terza serie. Tuttavia, oggetti come fiori, ortaggi odorosi e altri materiali profumati erano tradizionalmente usati nell'arte per evocare l'olfatto. D'altra parte, è stato suggerito che il moscerino è semplicemente un elemento decorativo nel dipinto. Mahon e Sutton hanno datato la tela alla fine del periodo del pittore in Italia, intorno al 1654. Tuttavia, Gaskell e Kultzen non erano d'accordo, e quest'ultimo datato alla fine degli anni Cinquanta, compreso tra i ritratti di Sweerts, anche se considerando che potrebbe avere un significato allegorico. L'immagine di questo ragazzo è trasmessa con un grande senso del volume attraverso la modellazione e la combinazione di colori scelti per i vestiti . La grande area del mantello blu, dipinta in modo molto lineare per quanto riguarda l'applicazione del pigmento e la costruzione delle pieghe, è in contrasto con il giallo pallido del turbante, il bianco immacolato della camicia e il rosso di alcuni dei i fiori e la fascia. La brillante raffigurazione del turbante e la posa esperta e la modellazione della figura rendono questo uno dei dipinti di maggior successo di Sweerts. | Mar Borobia © Museo Nacional Thyssen-Bornemisza
Titolo: Ragazzo con turbante e mazzolino di fiori.
Artista: Michiel Sweerts (1624-1664).
Dati: 1658-1661 ca.
Ubicazione: Museo Thyssen-Bornemisza, Madrid - Spagna
Periodo / Stile: Seicento.
Genere: Pittura olio su tela.
Dimensioni: 76,4 x 61,8 cm.
Dimensioni con cornice: 117 x 104 x 14 cm.
Inv. N .: 1981.19.

Guarda il video: Robert de Viseé - Chaconne - Michiel Sweerts (Agosto 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send